La gamma Softail è stata reintrodotta da Harley-Davidson nel 2018, con la presentazione della FXDR nel 2019 e la Low Rider S quest’anno. Dal Fat Bob alla Fat Boy, al momento esistono 10 varianti del modello Softail, alle quali ora se ne aggiunge un’altra: la Softail Standard.

Harley-Davidson Softail: la storia

La sua storia affonda le radici nel lontano 1984: dopo sei anni la produzione su interrotta per circa un decennio, per riprendere nel 1999, fino al 2007. Ora, dopo 13 anni di assenza, Harley-Davidson ha annunciato il suo ritorno, con grandi novità. A partire dal motore: in questi anni, infatti, la Softail Standard è stata equipaggiata con diversi propulsori: dall’Evo 1.350 al Twin Cam da 1.573 cc. Adesso invece è spinta dal nuovo Milwaukee-Eight 107 V-Twin, dove il 107 sta ad indicare la cubatura in ‘inch’, equivalenti a 1.746 cc. 

Il prezzo sarà di € 13.900: un’entry level interessante anche sotto il profilo del prezzo, dunque, per avvicinarsi ai Big Twin Harley-Davidson.

Nata per il custom

La Softail Standard è una moto nata per essere personalizzata: se, infatti, le precedenti versioni si caratterizzavano per i dettagli di stile, come il parafango posteriore a coda di rondine e la ruota anteriore a raggi da 21 pollici, la nuova Softail Standard è più minimalista. Per lasciare spazio alla fantasia dei customizzatori.

Caratterizzata dal sinuoso profilo Bobber, è disponibile solo nel colore Vivid Black, illuminato da brillanti cromature e da finiture lucide.  Il contrasto tra componenti neri e lucidi punta a dare alla Softail Standard un look al contempo classico ed essenziale.

Il modello Softail Standard è dotato di sella monoposto con parafango posteriore corto e serbatoio da 13 litri che lascia risaltare telaio e motore. Il gruppo propulsore catalizza l’attenzione con il motore Milwaukee-Eight 107 completamente nero, esaltato da elementi lucidati. Un coperchio filtro dell’aria tondo catalizza ancor di più l’attenzione sul gruppo propulsore. Lo scarico 2 in 2 cromato enfatizza il profilo lungo e basso che connota la gamma Softail.

I cerchi cromati a raggi (anteriore da 19" e posteriore da 16") offrono uno stile aggressivo. L’avantreno completamente lucidato fa risaltare il nero della moto e di dettagli quali il faro e il parafango.
Il manubrio mini-ape permette al rider di stare in posizione “pugni al vento”. La strumentazione elettronica compatta con display digitale è posizionata nel riser manubrio e punta a rendere il design frontale della moto ancora più pulito e ordinato.

La solida base Softail

Il telaio Softail offre al modello Softail grande solidità. La struttura in acciaio è ottimizzata per conferirle rigidità e leggerezza. Il gruppo propulsore saldamente ancorato migliora ulteriormente la rigidità del telaio. Il forcellone Softail è progettato per essere rigido, permettere una guida dinamica e contribuisce a donare l'aspetto di un classico telaio hardtail. La sospensione posteriore prevede un monoammortizzatore a spirale con tecnologia a emulsione, occultato sotto la sella. La regolazione del precarico delle sospensioni viene effettuata semplicemente rimuovendo la sella per accedere al corpo dell'ammortizzatore.

La sospensione anteriore a tecnologia “dual bending valve” risponde rapidamente agli input per migliorare le prestazioni di frenata e maneggevolezza. I freni a disco anteriori e posteriori sono stati progettati per offrire una potenza frenante sicura.

La potenza: motore Milwaukee-Eight

Il motore Milwaukee-Eight 107 V-Twin punta ad offrire prestazioni emozionanti e il look, il sound tipici della classica Harley-Davidson. I contralberi di bilanciamento riducono le vibrazioni primarie al minimo per migliorare il comfort. Le teste cilindro a quattro valvole forniscono un ampio flusso d'aria e consentono un rapporto di compressione di 10,0:1 per offrire interessanti valori di coppia e accelerazione.

Harley-Davidson, arriva lo Screamin' Eagle da oltre 2 litri