Un episodio degno dei migliori film commedia quello capitato ad un rivenditore di moto di Winchester, nel sud dell’Inghilterra. Una banda di rapinatori ha fatto irruzione nel concessionario Moto Rapido Ducati, rubando una Ducati Panigale V4 che era stata preparata per un cliente, il quale l’avrebbe ritirata il mese prossimo. Grande il rammarico da parte del titolare del concessionario, Steve Moore: “È frustrante perché ci hanno messo un bel po’ di tempo e di sforzi. La moto non era mai stata in quella zona dello showroom, quindi o sono stati molto fortunati o sono persone molto scaltre”.

LA DINAMICA

La banda di malfattori ha letteralmente tagliato il muro sotto le scale in un punto del negozio che non è provvisto di telecamere o di sensori di allarme. Ad accorgersi del misfatto sono stati alcuni dipendenti che hanno notato il buco nella parete dopo aver percepito una "sospetta brezza" quella mattina. Stando alle dichiarazioni, i ladri dovrebbero aver trascinato la moto fuori dal buco caricandola sul retro del furgone senza entrare in altre zone della sede.

UN’ALTRA MOTO DA DUCATI

Al momento la zona incriminata è stata dotata di ulteriori telecamere e messa in sicurezza, ma il danno subito rimane. Da parte di Ducati, tuttavia, è stata accolta la richiesta da parte del signor Moore di spedire una moto sostitutiva per il cliente. Lo shock è stato grande, ma non del tutto sorprendente: dopo il furto, altri concessionari hanno contattato le vittime della rapina affermando di essere stati presi di mira allo stesso modo, in passato. Un lavoro organizzato, sembra essere, quello della banda che ha puntato l’obiettivo, studiato la situazione e agito con consapevolezza.

Prova Ducati Panigale V4S: “Quanto cavolo va forte?”