La situazione non è ancora definitiva per quanto riguarda il decreto Milleproroghe, che dovrebbe entrare in vigore il 16 febbraio. Le Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio della Camera, infatti, hanno proposto nuovi termini per la data di inizio. I principali partiti hanno proposto uno slittamento di mesi al decreto: il Pd intende rinviarlo al 16 giugno, il M5S al 30 giugno, Forza Italia al 16 aprile così come Italia Viva.

COSA DICE IL MILLEPROROGHE

Cosa riguarda per il mondo dei motori il Milleproroghe? Con le nuove regole, ogni nucleo familiare con più veicoli – a due o quattro ruote – intestati potrebbe godere della classe assicurativa più favorevole tra quelle all’interno del nucleo, sia sulle nuove polizze che su quelle già esistenti. Questo permetterebbe alle famiglie di risparmiare molto sulla cifra assicurativa annua, anche oltre il 50%.   

COME CAMBIEREBBE RISPETTO ALLA LEGGE BERSANI

Con l’attuale RC auto, pur avendo un veicolo con la prima classe di merito, se si acquista un nuovo mezzo la nuova polizza parte dalla 14esima classe. La Legge Bersani, in realtà, prevede la possibilità di trasferire la migliore classe di merito ad un nuovo veicolo, purché sia una nuova immatricolazione, mentre con il Milleproroghe anche i veicoli già in possesso del nucleo familiare potrebbero cambiare classe arrivando a quella più vantaggiosa. Gli unici a non poter giovare di questo cambiamento sarebbero gli assicurati che si trovano già in prima classe di merito e tutti gli assicurati che hanno causato incidenti negli ultimi cinque anni.

Nuove assicurazioni, riflessione aperta sull'emendamento