Arrivo confermato. La RS 660 si prepara a debuttare sul mercato e lo farà in una "doppia versione". Al modello con motorizzazione da 100 CV si affianca anche una versione da 95 CV adatta ad essere depotenziata e potersi così rivolgere all'interessante mercato dei possessori di patente A2. La prossima sportiva di Noale adotterà la medesima potenza che viene dichiarata per la naked Tuono 660, anche lei in arrivo - ma dal prossimo anno - con motore da 95 CV.

Aprilia RS 660: contenuti invariati anche per l'A2

Come confermato dalla pagina ufficiale Aprilia, la RS si prepara dunque a mettere sul tavolo un'altra importante carta da giocare. Non sono attese variazioni rispetto ai dati ed alla tecnica al momento dichiarata: viene quindi confermata tutta la pregiata dotazione della RS "Standard". Quindi motore bicilindrico fronte marcia accreditato di 100 (95) CV all'albero. Telaio in alluminio e forcellone a bracci differenziati che arrivano dalla enorme esperienza di Aprilia nelle corse, mentre l'ergonomia della moto e la pastosità del motore ne declinano l'utilizzo maggiore verso la strada, pur non disdegnando i cordoli della pista.

Aprilia RS 660": sportiva per tutti

Una moto che potrebbe regalare belle soddisfazioni nella guida ai futuri clienti, anche in virtù di un peso di 169 Kg ed una posizione in sella affatto esasperata. Interessante si prospetta anche il prezzo: per la Aprilia RS 660 ancora non c'è un dato definitivo, ma si ipotizza una - più che probabile - quotazione attorno ai 10.500 euro. Considerando l'elevato tasso tecnico della moto, non ci sembra affatto male.

Aprilia RS 660: debutto in anteprima sul tracciato del Mugello