Padiglioni colmi di visitatori, attrazioni coinvolgenti e bike show spettacolari. L'edizione 2020 del Motor Bike Expo, tenutasi a Verona dal 16 al 19 gennaio, a quanto dichiarato dagli organizzatori, conferma il grande successo di presenze ottenuto nel 2019. Per quattro giorni, Verona ha catalizzato l'interesse di molti appassionati, provenienti da ogni parte d'Italia e non solo, che hanno potuto ammirare le novità proposte dai vari marchi dal mondo custom e racing e nella produzioni di serie. Un evento, il MBE 2020 che non si è limitato solo agli stand espositivi e che è stato arricchito da show all'aperto, dimostrazioni di guida in moto, attrazioni e intrattenimento proposti dagli espositori e incontri formativi tra gli studenti e le aziende presenti.

MBE, si lavora già all'edizione 2021

Il successo ottenuto dall'edizione MBE appena conclusa è stato accolto con soddisfazione dagli organizzatori dell'evento. “Siamo estremamente soddisfatti del lavoro svolto, i risultati ci danno ragione - commenta Paola Somma, organizzatrice del Salone - Registriamo il pieno consenso degli espositori e degli operatori, mentre il pubblico ha portato via emozioni ed entusiasmo. Siamo gratificati anche dall’indotto che la manifestazione ge-nera per la città e per il territorio.

Da domani si comincia già a lavorare per l’edizione 2021 – annuncia Francescco Agnoletto, ideatore e organizzatore di MBE insieme a Paola Somma -  Motor Bike Expo è un Salone che ha raggiunto un alto livello, ma che può essere sempre migliorato ed è proprio quello che noi vogliamo fare, per offrire agli espositori e ai visitatori contenuti ogni anno più accattivanti, capaci di stimolare la loro curiosità ed il loro interesse. Abbiamo già tante idee. A settembre decideremo la direzione in cui andare: perché Motor Bike Expo non insegue le mode, ma neanche intende crearle. Vuole però essere sempre al passo con i motociclisti.

Ducati, Domenicali: "Vogliamo essere il marchio moto più desiderato al mondo"