Ora abbiamo la Panigale V2, che con i suoi 155 cv si colloca in quella fascia di sportive godibili, meno estreme, ma ci piacerebbe avere anche naked di categorie differenti. La Streetfighter V4 resterà al top della gamma, ma ci saranno altre moto capaci di dare lo stesso feeling sportivo pur risultando meno estreme. Stiamo pensando a un nuovo modello naked molto interessante che dovrebbe arrivare presto."

Sono le parole che Claudio Domenicali, AD di Ducati, ha rilasciato ai colleghi di MCN in occasione della presentazione della Panigale V2 (QUI per la prova a Jerez), la novità di Borgo Panigale profondamente rivista in ottica 2020. Parole che offrono una facile sponda ad immaginare l'arrivo, in un prossimo futuro (autunno 2020?), di una nuova naked, meno "focosa" della Streetfighter V4 ed i suoi 208 CV di potenza massima, ma più friendly nell'approccio. 

DAL V4 AL V2 - Come avvenuto in passato, con le versioni 1098 e 848 della naked bolognese, è facile imaginare l'arrivo di una "piccola" Streetfighter V2 che, come per la famiglia Panigale, con la V4 e la V2, riprenda i concetti della recente maxi roadster e li declini con il motore Superquadro 955 cc da 155 cavalli oltre ad adottare un pacchetto aerodinamico che - ipotizziamo - riprenda la medesima configurazione con alette triplano ai lati della zona del radiatore.


Una naked tutto pepe che giocherebbe un ruolo importante nell’avvicinare quella parte di utenza forse un po’ intimorita dalla esuberante scheda tecnica della Streetfighter V4. Una moto che si avvale del Desmosedici Stradale V4 da 1.103 cc,accreditato di  208 CV a 12.750 giri di potenza massima (220 CV con scarico Akrapovic) per 123 Nm di coppia massima.