Un novembre grigio e piovoso, sia a livello atmosferico sia per quanto riguarda i dati del mercato a due ruote. Sono stati pubblicati i dati Ancma riguardanti le immatricolazioni del mese appena trascorso, con i relativi confronti con il 2018 e con tutto l’arco del 2019.

DOPO MAGGIO E AGOSTO - Si tratta del terzo mese chiuso in negativo nel 2019 dopo maggio e agosto. Meno 2,15% è il dato definitivo: novembre è storicamente un mese povero di vendite, solo il 4% dei volumi, e le immatricolazioni sono state di 9.150 moto contro le 9.351 del 2018. Sommando il numero alle cifre di tutto l’anno, gli italiani hanno acquistato 225.794 nuove moto o scooter oltre i 50 cc: nel confronto dei primi 11 mesi di quest’anno e dello scorso, si registra una crescita confortante: +6,4%.

ANCMA - In Europa siamo il primo paese per il mercato a due ruote, mentre la battuta d’arresto viene commentata così da Confindustria Ancma: "Ancora una volta il nostro mercato subisce la notevole quantità di pioggia caduta nell'ultimo mese, tuttavia ciò non inficia il buon andamento del progressivo annuo, dato lo scarso peso di novembre. Già ora sono state superate le vendite dell'anno scorso con un saldo positivo di oltre 12.000 pezzi. L'andamento della congiuntura economica stagnante non aiuta, ma il nostro settore continua a investire e a innovare. Il rinnovato successo di Eicma testimonia l'interesse suscitato da moto e scooter, miglior premessa per sostenere la ripresa del mercato anche nel 2020".