??Un anno importante questo, per Ducati. Prima la moto celebrativa per i 25 anni della 916, poi la 916 che fu di Massimo Tamburini in mostra al Museo della Casa di Borgo Panigale. Adesso è la volta di un nuovo omaggio al designer riminese: un monumento a lui dedicato al Comune della sua città.

L’IDEA – Questo ulteriore riconoscimento al genio della progettistica è stato fortemente voluto dall’artista Renzo Jarno Vandi, già collaboratore di Tamburini al CRC, il Centro Ricerche Cagiva. Conosciuto per le sue opere in bronzo, Vandi ha deciso di donare al Comune di Rimini una scultura ispirata all’amico designer. Gesto che inevitabilmente è stato accolto con entusiasmo anche dal sindaco Andrea Gnassi.

IL GIORNO X – Ancora non si sa niente dell’opera. Bisognerà attendere la sera del 12 settembre (qualche giorno prima del Gran Premio San Marino e Riviera di Rimini) all’Arena Francesca da Rimini, durante una cerimonia aperta al pubblico e alla quale non mancheranno grandi nomi del motociclismo. La collocazione definitiva della scultura, da fine ottobre, sarà nella Piazzetta Teatini, proprio accanto a dove un tempo c’era l’Istituto Tecnico frequentato dal progettista.

GIOIELLI IN MOSTRA – Il 12 settembre sarà l’occasione per ammirare anche alcuni gioielli di proprietà di Tamburini messi in esposizione dalla famiglia. Una delle sue Ducati 916 è al Museo, mentre qui ci saranno la Ducati 955 (sorella americana della 916 Superbike e della quale esistono solamente tre esemplari), la MV Agusta F4 1000 Veltro del gemellaggio con il 23° Gruppo Caccia del 5° Stormo (23 esemplari), una Bimota e la T12 Massimo, ovvero l’ultima creazione del genio riminese.