La mission di Termignoni è di sviluppare impianti di scarico capaci di dare un incremento di prestazioni sempre maggiore in termini di potenza e di riduzione di peso ai team impegnati nelle competizioni, ma anche al motociclista che fa un utilizzo quotidiano della propria due ruote.

Dopo quasi 50 anni di successi nei campi di gara, con 16 titoli vinti al fianco di Ducati, Termignoni rinnova il suo impegno sulle supersportive della casa di Borgo Panigale.

Quest’anno il team Termignoni, sotto la guida dell’Ing. Ernesto Marinelli, ha lavorato allo sviluppo dell’impianto per la nuova supersportiva: la Ducati Panigale V4.

4USCITE - Il nuovo progetto, denominato 4Uscite, vuol racchiudere tutta l’essenza e la tradizione del design Termignoni, con l’intento di portare una vera rivoluzione nella storia dei gruppi di scarico.

L’impianto di scarico 4Uscite è stato progettato come impianto racing, con l’obiettivo di migliori prestazioni lungo tutta la curva di coppia e potenza. Termignoni promette un incremento di potenza dell’ordine del 6,5%, e un notevole miglioramento delle prestazioni lungo tutta la curva di coppia e potenza.

COM’E’ FATTO - Sono state integrate parti importanti di carrozzeria che completano un kit già unico nel suo genere. L’impianto di scarico è stato suddiviso in due bancate; gli attacchi testa ricavati in microfusione sono stati progettati per dare la miglior resa fluidodinamica e unirsi alle curve dolci e armoniche del giro tubi. I cilindri anteriori alimentano le due uscite basse, posizionate sul lato destro e integrate con una flangia in titanio alla semicarena in carbonio. I cilindri posteriori confluiscono invece nelle due uscite sottocoda che si fondono al codino della Panigale con due appendici in carbonio laterali. Associato alle numerose parti in carbonio, questo nuovo layout vuol rappresentare un connubio di design con la Panigale V4.

Sarà disponibile oltre alla versione base con tubi in acciaio inox e finali in titanio anche la versione numerata full titanio.

L’UTILIZZO DEL CARBONIO - Le parti di carrozzeria sono state pensate per integrare design a confort di guida del pilota. L’utilizzo della fibra di carbonio si estende a tutti questi componenti, partendo dalle due semicarene laterali per poi passare alle appendici destra e sinistra del terminale sottocoda, al paracalore laterale destro, alla protezione sotto il serbatoio e al parafango/copricatena.

Le semicarene destra e sinistra, in carbonio, sono dotate di prese d’aria di estrazione e immissione. La parte destra integra le due uscite inferiori che si distinguono dalla flangia in titanio che integra le due bocche di uscita. La parte sinistra invece raccorda le linee e comprende l’apertura per la stampella laterale di serie.

Tutti i paracalori sono in fibra di carbonio con integrato all’interno il materiale termoriflettente per dare maggior schermatura alle alte temperature. Il silenziatore sottocoda è fissato al telaietto posteriore da un supporto in Ergal ricavato dal pieno; è caratterizzato dalla camicia in titanio e dal fondello in carbonio disegnato per fondersi con il design del codino della V4. Per migliorare le performance è incluso nel pacchetto anche il filtro aria Racing Spring Filter, accessorio leader nel settore. E’ compreso nel kit anche il dispositivo UpMap dotato di mappature per ricalibrare al meglio la centralina della Panigale V4, in abbinamento all’impianto D182.

Anche su strada - Contemporaneamente all’uscita del kit racing sarà disponibile anche l’integrazione con il kit stradale comprensivo di supporto in fibra di carbonio per targa, luce e frecce. Il supporto fornito riutilizza cablaggio, frecce e luce targa di serie.

Qui maggiori informazioni.  info@termignoni.it