Subito una premessa: la reazione di Honda, per risolvere il problema, è stata immediata e tempestiva, come testimonia anche l’avviso sul sito della Casa giapponese. La protagonista di questa campagna di richiamo è l’ammiraglia Honda Gold Wing per un problema al sistema airbag marcato Takata che potrebbe arrecare seri danni al pilota.

NELLO SPECIFICO - “Nel caso di un impatto con attivazione degli airbag, il relativo dispositivo di gonfiaggio potrebbe generare una pressione anomala tale da provocare la rottura del dispositivo stesso. A seguito di ciò, alcuni frammenti metallici potrebbero essere proiettati all'esterno dell'airbag con il rischio di lesioni letali per il guidatore“.

COSA FARE - Qual ora la propria Gold Wing sia tra quelle interessate - lo si può verificare QUI - Honda provvederà alla sostituzione immediata e gratuita dei componenti potenzialmente dannosi. A titolo precauzionale, Honda disattiverà temporaneamente l'airbag. Nel momento in cui i componenti del dispositivo di gonfiaggio contromisurati saranno disponibili, tutti i clienti interessati riceveranno una lettera di notifica per completare l'intervento.

Per completezza, si segnala che la nuova Honda Gold Wing 2018, appena presentata, utilizza un sistema airbag differente e quindi è esclusa dalla campagna di richiamo in oggetto.