Una notizia che, complice probabilmente il periodo dell’anno, non ha avuto al momento molta risonanza. Come riferiscono i quotidiani tedeschi e come rilanciano alcuni magazine di settore, come ad esempio gli inglesi di MCNuna delle aziende più famose al mondo per quanto riguarda la produzione di parti di ricambio e accessori moto (in particolare BMW) non se la starebbe passando bene. La tedesca Touratech, infatti, avrebbe fatto richiesta di fallimento al fine di “sistemare” una complicata situazione debitoria e poter ripartire con una nuova società più snella. Un’operazione che, evidentemente, pone un serio punto interrogativo sul futuro dei 400 dipendenti dell'azienda.

LE CAUSE - Secondo quanto avrebbero comunicato i curatori fallimentari, la grave situazione debitoria di Touratech deriverebbe dalla mancata (tempestiva) “messa in opera” di una nuova struttura produttiva, i cui lavori erano iniziati per far fronte all’aumento di domanda da parte del mercato. Il conseguente calo di produzione, e quindi l’impossibilità di soddisfare la crescente richiesta, uniti agli elevati investimenti, avrebbero condotto all’attuale stato delle cose. Priorità dell’azienda, in ogni caso, parrebbe essere quella di preservare quanto più possibile i posti di lavoro. Seguiremo la vicenda e vi terremo informati.