Nonostante il bikers venga indicato spesso come un motociclista duro, sotto la giacca di pelle nasconde un grande cuore.
L'associazione “Les Harley du Coeur”, che compie 25 anni, fu fondata da Claude Abejan nel 1989. Mentre tornava da una riunione di motociclisti in Auvergne, Claude Abejan rimase vittima di un grave incidente ed a malapena riuscì a sfuggire all’amputazione. Da allora decise di fondare un'associazione per aiutare i disabili, e successivamente, anche gli orfani e bambini in ospedale.
Per sostenere queste persone in difficoltà, l'associazione organizza ogni anno numerosi eventi nel dipartimento delle Alpi Marittime.

Lo scorso anno, “Les Harley du cœur”, che ha sede in Francia, poco distante da Nizza, ha organizzato ben 45 operazioni caritative, distribuendo 1.700 giocattoli e 1.900 chilogrammi di forniture scolastiche ai bimbi ospedalizzati.

A Pasqua si sono recati all’Ospedale Lenval con 50 chilogrammi di cioccolato. Lo scorso 22 maggio, in una calda giornata che anticipa l’estate, i bikers sono andati al porto di Nizza con tanti ragazzi e adulti per ricordare a tutti che “abbiamo un cuore”. Li hanno fatti salire sulle loro moto e hanno fatto provare loro l’ebbrezza di un breve viaggio a bordo delle due ruote. Non solo, ma in accordo con l’associazione Lou Passagin, hanno fatto fare agli ospiti un giro in barca per far conoscere meglio il porto.

L'associazione ha 25 membri e più di un centinaio di motociclisti provenienti da vari club.
Ha anche il sostegno di numerosi partner pubblici e privati, tra cui la città di Nizza, Trinidad e Valbonne, la Comunità Urbana Nizza Costa Azzurra CCI Nice Côte d'Azur, l'Associazione valbonnaise per contribuire e migliorare  le case di tutela dei minori, dei reparti pediatrici dell'ospedale Archet di Nizza e Secours Populaire Antenne di Nizza.

Non è necessario possedere una Harley per aderire a “Les Harley du Coeur”.

Qui per visitare il sito.

(Nella foto: Les Harley du coeur a Nizza)

Fiammetta La Guidara