Il secondo giorno di Motodays va in archivio con un ottimo successo di pubblico, catalizzato dalle novità del mercato ma anche dalle affascinanti moto d'epoca e dalle estrose custom. La splendida giornata di sole ha favorito gli show nelle aree esterne di Fiera Roma: dagli stuntman ai freestyler, dal quad al trial acrobatico. L'ottava edizione di Motodays, dunque, si conferma sempre più una grande kermesse che abbraccia il mondo della moto a 360° e che attrae anche grandi ospiti: ieri per l'inaugurazione c'erano il pilota Davide Giugliano, lo showman Max Giusti e l'ex capitano della nazionale di rugby Andrea Lo Cicero, il "barone", ora conduttore TV. Oggi nei padiglioni di Motodays è approdato Alessandro Marcianò, il surfista italiano divenuto famoso dopo aver siglato il record italiano "surfando" un'onda di 18 metri a Nazaré, in Portogallo, lo scorso dicembre. Appassionato anche di due ruote, Marcianò ha sostato particolarmente allo stand Ducati. Tra i VIP presenti anche lo showman Charlie Gnocchi, che è addirittura un espositore a Motodays, con uno stand che raccoglie i suoi quadri "Moto Moka", realizzati con i fondi del caffè. Gnocchi è un "affezionato" del Salone della Moto e dello Scooter di Roma, dove espone da tre edizioni. "Motodays mi piace molto, la trovo la quintessenza della sostenibilità, del modo di viaggiare romano. C'è un clima popolare e il pubblico è competente. Sono qui con le nuove linee di Moto Moka, tutte a dimensione motociclistica, ma anche con un rivoluzionario tapis roulant a energia cinetica che riproduce la camminata di montagna e pianura con cui ho perso 10 chili. Quindi qui a Motodays voglio rappresentare anche il moto... fisico, ovvero il connubio della moto con tutto il mondo compatibile", ha detto Gnocchi senza perdere la sua vena ironica. Particolarmente seguito sul palco di Radio Globo l'incontro su l' Africa Twin: una panoramica che ha spaziato dal passato, al presente e al futuro di questa motoProprio ieri sono usciti i dati di vendita dei primi due mesi in Italia e la nuova Africa Twin ha totalizzato circa mille unità vendute, il che dimostra il successo di questa moto. Sul palco di Radio Globo l'ing. Silvio Manicardi, a lungo dirigente di Honda, ha ricordato la nascita della prima Africa Twin, raccontando alcuni aneddoti inediti, che solo un "insider" può conoscere, a partire dalla nascita del nome, derivato dal famoso film "Africa Queen" ("La regina d'Africa"). Daniele Lucchesi, di Honda R&D, ha illustrato i concetti ispiratori della nuova Africa Twin, spiegando anche che "l'Africa Twin deve arrivare alla meta, ma deve anche poter tornare", per cui alcune soluzioni come il telaio in acciaio nascono anche per agevolare eventuali riparazioni anche in aree tecnologicamente poco avanzate. Lucchesi ha anche aperto una finestra sul futuro, spiegando il concetto ispiratore del prototipo già presentato a EICMA di Milano e riproposto a Motodays, nel quale si vogliono trasferire gli stessi concetti ispiratori dell'Africa Twin su uno scooter: l'ADV, progetto affascinante che probabilmente in un futuro potrebbe diventare anche un prodotto di serie. Grandi ospiti anche domani: per la giornata di sabato sono confermate, infatti, le presenze di Davide Giugliano, che tornerà a Motodays per incontrare il pubblico in un "a tu per tu" e firmerà autografi allo stand Ducati, marchio dove è pilota ufficiale nel mondiale Superbike. Sul palco di Radio Globo ci sarà anche un altro protagonista romano delle due ruote: Michel Fabrizio, che quest'anno è impegnato come team manager della sua squadra corse, il Team MF84 Pluston Althea, che schiera dei giovani talenti nel Campionato Italiano di Velocità. Allo stand di Roma Auto Show, invece, nel pomeriggio è atteso Giancarlo Fisichella: il pilota Ferrari è infatti il testimonial di Supercar, altro evento che si svolge in Fiera Roma e che viene presentato proprio a Motodays con un stand dove si può provare anche un prototipo avanzatissimo per l'allenamento dei piloti della MotoGP, messo a disposizione da CarMan. (Nella foto in evidenza, da sinistra l'ing. Silvio Manicardi,  il moderatore Fabrizio Calia e Daniele Lucchesi).