Moto Guzzi ha pensato ad una completa lista di accessori per personalizzare la propria V7 e trasformarla in una Scrambler, una Café Racer o qualcosa di ancora più originale. Ecc0 come

La voglia di possedere una moto unica e “personalizzata” dilaga. Bene. Moto Guzzi da' una risposta concreta a chi è intenzionato a mettere mano alla propria V7. E lo fa con stile, accuratezza, professionalità. Andiamo al sodo: avete o volete una V7 (non importa il modello)? La Casa di Mandello ha strutturato un catalogo completo di accessori per personalizzarla a proprio piacimento, sia che si voglia trasformare la propria moto in una Scrambler, sia in una Café Racer. In mezzo a questi due opposti un'infinità di probabilità. Farlo è semplice: il sito per farsi venire in mente l'idea giusta è www.garagemotoguzzi.com mentre i pezzi disponibili (oltre 100) sono pensati e progettati dalla Casa stessa. Questo garantisce facilità di montaggio, elevata qualità e, soprattutto, la sempre importantissima legalità. I prodotti sono infatti omologati per l'uso su strada (tutti) e il loro montaggio non fa decadere la garanzia della moto. Trasformare la propria V7 in un oggetto unico è semplice; non si tratta infatti di veri e propri “kit” ed è possibile pensare la moto amalgamando diversi stili. Moto Guzzi ne suggerisce 4: “Dark Rider”, “Dapper”, “Scrambler” e “Legend”. La Casa ci ha dato inoltre la possibilità di provare le moto così configurate. Le differenze in termini dinamici sono minime (la V7 rimane comunque la moto amichevole di sempre), senza confini invece il look e divertimento... Fantasia al potere! Provandole tutte abbiamo iniziato ad immaginare come vorremmo la nostra.... Stile “dark”, qualche dettaglio “scrambler”, colori “dapper”... Insomma c'è di che divertirsi, anche poco alla volta Sul prossimo numero di InMoto troverete la prova completa delle V7 Scrambler e tutti i dettagli su questa bella iniziativa Moto Guzzi [gallery ids="23716,23715,23714,23712,23711,23710"] Federico Garbin