Giovedì 18 giugno, dalle 18.00 alle 23.00, la presentazione della nuova nata in Casa Borile, al Replay the Stage di Milano, in piazza Gae Aulenti. Ci sarà anche Gerry Scotti. “Dedico questa B 300 CR a Carlo Bassi, che non ha fatto in tempo a vederla finita, ma sono sicuro che la sentirà rombare sulle strade e la apprezzerà", ha detto Umberto Borile, Presidente di Borile Motociclette. "Gli sforzi economici che ha compiuto per permetterci di continuare hanno dato i loro frutti". (Carlo Bassi è mancato recentemente, leggi qui). “La B 300 CR ci ripaga degli sforzi, non solo economici, compiuti per realizzarla", ha detto  Alberto Bassi, Amministratore delegato di Borile Motociclette. "Nel gesto stupendo di Umberto nel dedicare questa moto a mio padre c’è un grande cuore e la gratitudine per un uomo che da subito ha creduto nel progetto di una piccola impresa che vuole crescere, divenendone socio, consapevole che le idee e l’intuito sono indispensabili per raggiungere vette sempre più elevate”. In Casa Borile l'invito ad essere presenti all'evento è rafforzato da dieci buoni motivi. Ecco cosa diconoo  1. Lei: la B 300 CR, tutto metallo e niente fronzoli, nello stile del suo progettista e costruttore, al costo di € 5.850. Simbolo delle motociclette Borile, unica e irripetibile nel suo genere, la B 300 CR vuol conquistare al primo sguardo, al primo vroom. 2. Lui: Umberto Borile, il maestro, “quel” Borile, genio dell’alluminio, affascinante come le sue moto, se lo conosci vuoi essere suo amico. Meriterebbe una laurea ad honorem questo piccolo, grandissimo costruttore di sogni, che prendono forma sotto le sue mani, un uomo che sa pensare con le mani, oltre che con tanta testa e immenso cuore. Lui plasma l’idea, la lavora, la trasforma sotto i tuoi occhi da sogno a serbatoio, a telaio a forma concreta. 3. Loro (e la squadra Borile): tutti i sostenitori, a partire dai nostri partner Bardahl e Shark Helmets, i clienti, i concessionari, i fornitori, dagli appassionati ai giornalisti, ai professori - non solo di meccanica - agli imprenditori. 4. L’incanto del Luogo: piazza Gae Aulenti, la più contemporanea e suggestiva di Milano, cuore di Porta Nuova, su cui svettano i 231 metri della torre Cesar Pelli, la più alta d’Italia. 5. La serata e il Sogno: preludio al solstizio d’estate, dove il sogno di una moto può diventare realtà. 6. Lo scambio delle Esperienze, il confronto con i protagonisti, Umberto e Alberto tra i primi, ma anche tutti gli appassionati delle cose belle che escono dalla Casa di Vò. 7. L’Ascolto: non solo il rombo del motore… Umberto dialoga con i suoi interlocutori e spiega le sue moto in modo semplice e diretto ai non addetti ai lavori, addentrandosi mano a mano in modo dotto, tecnico e specifico con gli esperti. 8. Il Capolavoro: le moto Borile emozionano anche solo per la loro bellezza, le forme, le proporzioni. 9. L’Emozione: ritrovarsi e condividere la bellezza con gli amici, festeggiando e brindando insieme alla nuova B 300 CR di Umberto sotto il cielo di Milano al tempo di EXPO. 10. L’Energia: la scossa di energia positiva che ti porti a casa dopo una serata così speciale.