MV pensa a nuove rifiniture e grafiche inedite per la gamma Brutale 1090

Nata nel 2001 ed evolutasi durante gli anni nella cilindrata (da 750 a 1090 cc) e nelle dimensioni, oggi la MV Brutale 1090 si rifà anche il look. Un vestito nuovo, un po' di make-up e via, la naked di Schiranna è pronta per affrontare con stile il suo quattordicesimo compleanno. Inedite soluzioni cromatiche che si distinguono nei due diversi modelli. Per la gamma delle 1090 standard bianco pastello con contrasti rossi di telaio, fregi e sigle oppure un nero intenso vivacizzato dalle tinte fluo di ruote e dettagli. [gallery ids="23132,23130"] La Brutale 1090 RR colpisce invece per le grafiche più elaborate,in doppia tonalità: nero metallizzato su grigio avio metallizzato o base grafite su bianco ice perlato. [gallery ids="23129,23131"] Colorazioni che enfatizzano il design unico della Brutale impreziosito ora dai nuovi cerchi a razze sdoppiate, dal simmetrico sistema di illuminazione a LED day running lights che valorizza il frontale e dal quattro cilindri color argento. Un rinnovo solo estetico, che mantiene inalterate le doti tecniche e meccaniche: - motore quattro cilindri in linea con due configurazioni di potenza massima: 144 CV (106 kW) a 10.300 giri/min e 158 CV (116,5 kW) a 11.900 giri/min.; - controllo di trazione regolabile su 8 livelli e ABS; - telaio scomponibile con sezione a traliccio in tubi di acciaio e piastre in alluminio a elevata rigidità̀ torsionale; - mono-braccio posteriore con ammortizzatore regolabile nel precarico; - forcella a steli rovesciati da 50 mm; - freni con pinze anteriori radiali. Giulia Cassinelli