In attesa di aprire i battenti a Veronafiere dal 23 al 25 gennaio,  il Salone della Moto di Verona sarà presente dal 18 al 20 luglio a Misano Adriatico, per il WDW, e parteciperà al carosello di iniziative che si estenderanno anche alle vicine località della riviera romagnola. Fedele al proprio DNA, il Motor Bike Expo si proporrà, in particolare, come il luogo dei sogni e delle realizzazioni più sofisticate, ardite o fantasiose, naturalmente su base Ducati. Nell’area curata dallo staff del salone veronese saranno infatti esposte le special frutto della creatività di due straordinari “laboratori” italiani, quello della riminese Vyrus e quello del veronese Mr. Martini. Della factory di Ascanio Rodorigo saranno esposte le 984 C3 2V, la moto con cui la Vyrus debuttò nel 2002, nel salone organizzato da Francesco Agnoletto e Paola Somma, e la 987 C3 4V, che ne rappresenta l’evoluzione sul bicilindrico 4 valvole. Dall’esclusività hyper-sport della Vyrus al “calore” della Ducati GT 18 Evo di Nicola Martini, che nel 2009 ha dato vita al progetto costruendo il primo modello che ha come base la Gran Turismo  della gamma classica Ducati. Lo spirito di quel progetto doveva già interpretarne l'orientamento futuro, nella rispetto della classicità. Partendo da quel concetto è quindi nata la Ducati 18 GT Evo che consiste in un'evoluzione ancora più tecnica di quella visione creativa. La nuova Special ha molte componenti in carbonio ed elementi di elevato valore tecnico (come cerchi e scarichi). La novità è che questo progetto non rimane fine a se stesso ma si tramuta in un kit acquistabile da tutti i possessori di una Ducati GT. Lo staff del salone offrirà ai partecipanti al WDW un punto di ritrovo presso la propria hospitality oltre a garantire, con le proprie hostess, un tocco glamour.