Jules Cluzel, in sella alla sua MV Agusta RC del team Yakhnich Motorsport ha scritto una nuova pagina di storia del motociclismo, riportando al successo lo storico marchio MV Agusta. L'ultima volta che l'azienda di Schiranna era salita sul gradino più alto del podio in un campionato mondiale risaliva al 1976, quando Giacomo Agostini vinse al Nurburgring nella classe 500cc. La corsa ha vissuto due partenze, a causa della rottura del motore della Honda dell’irlandese Jack Kennedy, che ha portato olio in pista. La nuova gara da cinque giri ha visto il via con Kenan Sofuoglu (Mahi Racing Team India Kawasaki) subito al comando. Il tre volte campione del mondo Supersport è stato vittima, così come il rivale Michael van der Mark, di una caduta al secondo passaggio: dei due, soltanto van der Mark è riuscito a tornare in sella, non riuscendo però a chiudere in zona punti. Altri cinque piloti hanno dato vita ad una spettacolare battaglia per la vittoria. Dopo una bagarre serrata, Cluzel è riuscito ad avere la meglio su Kev Coghlan (DMC-Panavto Yamaha) e Raffaele De Rosa (Core PTR Honda), secondo e terzo al traguardo. Appena fuori dalla top 3 invece Florian Marino (IntermotoPonyexpres Kawasaki) e Roberto Tamburini (San Carlo Puccetti Racing), quinto.
Jules Cluzel