Quando pensi di averle viste davvero tutte, accade qualcosa che ti fa ricredere. Come questo video del 2006, spuntato ora quasi per caso su Facebook, che mostra quanto possa essere infinita l'estrosità (diciamo così) di alcuni. Allo stesso tempo, il video mostra anche la voglia di infrangere i limiti: il “primato” in questione riguarda sia la velocità che la postura sulla due ruote, che replica la posizione di guida tipica dei record di velocità di un tempo. Un uomo, in autostrada, si lancia a velocità folli (150-160 km/h), stando appeso al suo motorino con una mano sul manubrio e degli amici, che lo affiancano in auto, riprendono tutto.

Nessuna protezione

Premesso che è da pazzi appendersi al proprio mezzo (che sembra decisamente truccato) a quella velocità, oltrettutto in autostrada, lo è ancora di più non munirsi di adeguata protezione: senza casco, senza abbigliamento tecnico, il rischio già di per sé elevato di farsi male sale ancora di più. Ma di cosa ci stupiamo? L’obiettivo è restare appeso, il più a lungo possibile procedendo a gas aperto.

Un ulteriore grado di pericolosità, poi, è rappresentato dagli amici che riprendono tutto. Anche loro ad alta velocità, ma su una quattro ruote che, in caso qualcosa andasse storto, potrebbe investire il pazzo in motorino.

Infine, una domanda sorge spontanea: quante norme del Codice della Strada sono state infrante per mostrare al mondo questo ineguagliabile record di follia?

Coronavirus, approfittano di strade deserte per corse clandestine VIDEO