Sono oltre 120  gli iscritti che arriveranno da ogni parte del mondo pronti a vivere e visitare realtà pulsanti come i motori dei loro prestigiosi mezzi: dal Museo Ferrari al Museo Ducati, dal Museo dedicato a Marco Simoncelli a Coriano al circuito World Misano Circuit di Misano. Questo è il Motogiro d’Italia: un totale di 1200 chilometri con percorsi giornalieri studiati per offrire ai partecipanti anche le tante altre ricchezze di questo territorio che offre storia, cultura, paesaggi e ospitalità testimoniata dalle eccellenze enogastronomiche tipiche dell’Emilia Romagna.

L’ITINERARIO -Per questa 27ma edizione che si svolgerà dal 30 aprile al 6 maggio, il Motogiro d’Italia solcherà le strade, i paesaggi e la cultura della celebre Motor Valley, da Modena e arrivando fino al World Misano Circuit per poi tornare a Bologna: il cuore pulsante della Terra dei Motori che ha reso celebri nel mondo marchi, come Ferrari, Ducati, Lamborghini per non parlare di altre decine di realtà nelle quali sono cresciuti campioni e artigiani di rilevanza mondiale.

La regia organizzativa del Moto Club Libero Liberati- Paolo Pileri di Terni sta definendo gli ultimi dettagli di una efficace macchina logistica.

Fra le novità, l’incontro con gli appassionati delle moto americane: il 5 maggio infatti il Motogiro farà tappa a Rimini per la Reunion dedicata proprio agli appassionati del mondo motociclistico americano. Sarà un scambio di culture accomunate dalla stessa passione ed un’ennesima occasione di reciproco arricchimento.

Le iscrizioni sono ancora aperte, qui i moduli.