Uno dei capoluoghi di provincia più belli d’Italia e due piccoli borghi ricchi di fascino e di storia: il fine settimana del gusto sarà all’insegna di piatti strettamente legati ai territori di appartenenza.

E’ il caso di Ascoli Piceno, che si vestirà a festa dal 9 al 19 agosto per l’Ascoliva Festival, il Festival mondiale dell’oliva ascolana del Piceno Dop, giunto alla sesta edizione. “Mordi il bello della vita” è lo slogan che richiamerà nel centro marchigiano migliaia di golosi, tra degustazioni di oliva ripiena ascolana e di tanti altri prodotti tipici locali in piazza Arringo, dove sarà allestito il Villaggio dell’Oliva; saranno presenti i migliori produttori locali e nel ricco programma spiccano eventi cultural-gastronomici, laboratori, musica e tante altre iniziative. Grande novità dell’edizione 2018 sarà l’Oliva Day, ovvero l’istituzione della giornata celebrativa dell’oliva a livello mondiale: d’ora in avanti si celebrerà ogni anno il 14 agosto  e la giornata sarà caratterizzata da un grande evento-sorpresa. Ascoliva Festival ripartirà dalle oltre 40 mila degustazioni distribuite lo scorso anno per un totale di circa 80 mila presenze; e anche quest’anno, dopo le presenze nelle scorse edizioni di Renzo Arbore, dell’attrice Gaia De Laurentis, del regista Giuseppe Piccioni, dell’olimpionico Juri Chechi, del campione del motomondiale Romano Fenati e dell’attrice Cecilia Capriotti, si attendono al Villaggio tanti altri vip.

Spostandosi nel Lazio, a Casaprota tornerà il 12 e il 13 gosto  tornerà l’appuntamento con la Sagra delle fettuccine ai funghi porcini: uova, farina, funghi e olio extravergine di oliva saranno gli ingredienti con cui Casaprotachiamerà a raccolta i visitatori provenienti da ogni angolo del Centro Italia. Lo stand gastronomico aprirà alle 19  e, dopo le fettuccine, i più golosi potranno assaggiare tante altre gustose tipicità locali, mentre ogni serata si concluderà all’insegna dell’allegria con gli spettacoli musicali dal vivo. Addossato a un antico Castello, il borgo di Casaprota sorge in provincia di Rieti al km 56 della via Salaria tra scorci mozzafiato e coltivazioni rigogliose tipiche della Sabina, con alberi secolari di ulivo che circondano l’abitato disegnando sulle colline particolari geometrie. La porta di accesso al paese, di età rinascimentale, mostra gli alloggiamenti in pietra per i cardini del portone e la copertura interna con una volta a botte, mentre l'antico palazzo signorile – oggi Filippi – che si erge nella parte più alta dell’abitato, presenta una facciata essenziale nella quale si aprono finestre cinquecentesche, sulla quale si staglia una torre circolare.

Ancora in provincia di Rieti, a Marcetelli prenderà vita domenica 12 agosto ? il “Serpentone di Montagna”, il percorso gastronomico nel centro storico del borgo a due passi dal Lago del Salto. La festa inizierà alle 18,30,  e fino a tarda notte sarà possibile scoprire gli angoli più caratteristici del paese in 7 fermate dedicate alla buona cucina; qui saranno serviti l’aperitivo e la bruschetta ai funghi porcini, i pizzicotti (un impasto di acqua e farina condito con un gustoso sugo), la zuppa di lenticchie, il pecorino locale, il prosciutto, la pecora “allu cotturu” preparata con pomodoro e peperoncino, le ciambelle e la cocomerata, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino. Il programma è molto ricco anche dal punto di vista degli intrattenimenti, con spettacoli musicali dal vivo in Piazza San Rocco, organetti e canti popolari lungo le vie del paese, che con i suoi 80 residenti rappresenta il più piccolo Comune del Lazio per numero di abitanti. Nel borgo meritano una visita la Chiesa di Santa Maria in Villa risalente al XI Secolo, il Museo dell’Artigianato e delle tradizioni contadine, la fontana ottagonale e la porta del “castrum”, mentre lungo il percorso si può ammirare uno splendido paesaggio sulle vallate circostanti. 

A cura di www.fuoriporta.org