Il Palio della Rana e gli Orti in Villa Dolfin. E’ a Fermignano e a Porcia che andranno in scena i più interessanti eventi fuori porta del weekend, in attesa del Salone Nazionale delle Sagre di Ferrara in programma a metà aprile.

Nel grazioso borgo in provincia di Pesaro e Urbino è tutto pronto per la corsa più originale che ci sia tra rievocazioni storiche, giochi medievali, sbandieratori e cene nelle taverne. L’appuntamento con la 54esima edizione del Palio è fissato dal 6 all’8 aprile: ? in questo angolo delle Marche, da più di mezzo secolo le protagoniste della “Domenica in Albis” sono proprio le rane. La corsa è in programma domenica 8 aprile,  ma già nei due giorni precedenti Fermignano si vestirà a festa e proporrà rievocazioni, spettacoli musicali e di sbandieratori, giochi storici e mercatini dell’artigianato; e come di consueto sarà grande protagonista l’enogastronomia tipica da gustare nelle taverne, dove le varie Contrade proporranno per tutti e tre i giorni i migliori piatti della tradizione locale. Fermignano, famosa per aver dato ai natali al grande architetto Donato Bramante, conserva nel suo grazioso centro storico dei gioielli di grande fascino: è il caso della Torre Medioevale delle Milizie, con all'interno modelli lignei sui progetti di Donato Bramante, l'edicola con affresco “Madonna con Bambino” di fine 1400 sul ponte romano che si specchia sull'antica cartiera ducale; oppure della Chiesa di Santa Veneranda, che custodisce un crocifisso ligneo del 1535, della Chiesa di Santa Maria Maddalena e del nuovo Duomo; nei dintorni meritano invece una visita la Gola del Furlo, Urbino, Urbania e Fossombrone.

Spostandosi nel cuore del Friuli-Venezia Giulia, sarà festa grande anche a Porcia, dove il 7 e l’8 aprile i visitatori potranno toccare, conoscere e gustare i colori, i profumi e i sapori dell’orto nella splendida cornice di un podere seicentesco. Giunta alla terza edizione, “Orti in Villa Dolfin” trasformerà per due giorni il parco di Villa Correr Dolfin in una grande vetrina delle eccellenze del Friuli-Venezia Giulia: a partire dalla gastronomia, e proseguendo con le coltivazioni biologiche delle erbe aromatiche e dei prodotti dell'orto. Nel paese in provincia di Pordenone sarà allestito un mercatino di qualità che presenterà ai visitatori prodotti selezionati, e verranno organizzati corsi di Orticoltura con metodo biologico e di conoscenza delle erbe officinali. Si parlerà anche di cucina, con laboratori per adulti e bambini e sperimentazioni agroalimentari, mentre uno stand enogastronomico proporrà piatti e vini della tradizione locale insieme a un menù vegetariano. Molto ricco è il programma anche sul fronte dell’intrattenimento culturale con spettacoli musicali dal vivo, letture di brani e poesie e un bus navetta che accompagnerà i visitatori alla scoperta delle bellezze del centro storico: la Pieve, la chiesa di S. Agnese e il borgo medioevale, dove sarà possibile salire in cima alla torre campanaria e alla Torre dell’Orologio. Tutto, insomma, sarà all’insegna di un’atmosfera turistica tipicamente “slow”, in un ambiente piacevole e rilassante nel quale si fonderanno a perfezione momenti di svago, cultura e musica, eccellenze orticole ed agroalimentari, antichi riti ed esperienze tattico-sensoriali dimenticate. 

Trascorreranno poi solo pochi giorni, e i padiglioni della Fiera di Ferrara torneranno a riempirsi dei profumi e dei sapori delle tradizioni culinarie di tutta Italia grazie al Misen, il Salone Nazionale delle Sagre; l’appuntamento è fissato per il 14 e 15 aprile? con oltre cento Sagre provenienti da ogni angolo dello Stivale e più di 300.000 assaggi gratuiti di specialità enogastronomiche.

A cura di www.fuoriporta.org