Il Dio del vino e dei misteri, le varietà di ulivi della Sabina e i produttori di formaggio friulani. Saranno loro, il prossimo weekend, a dare il benvenuto agli amanti delle sagre in tre suggestivi borghi d’Italia.

E’ il caso di Palombara Sabina (Roma), che domenica 12 novembre con “Il Giorno di Bacco” festeggerà le perle della produzione vinicola e gastronomica locale in una location d’eccezione: il Castello Savelli, antica fortezza risalente all’XIII Secolo che per una giornata si trasformerà in una cantina dal fascino unico. L’appuntamento proporrà un percorso di bicchiere in bicchiere fra gli ampi saloni, gli affreschi e le antiche statue greche del Castello; e ad affiancare i migliori vini del Centro Italia e non solo ci sarà anche un ricchissimo menù basato sulle migliori ricette del territorio. Anche sul fronte dell’intrattenimento non mancheranno le sorprese, con due gruppi musicali che si alterneranno sul palco del giardino pensile del Castello Savelli e gli “Sbandieratori e Musici di Amelia” che sfileranno per il borgo accompagnati da figuranti in abiti storici. Spazio anche visite guidate al borgo medievale e al Castello e agli spettacoli per bambini.

Nella stessa giornata, a Montelibretti tornerà a battere forte il cuore dell’olio. Il grazioso centro agricolo che sorge tra la valle del Tevere e quella del Fosso Carolano aprirà le porte per “Pane, olio e…” con degustazioni, visite guidate ai frantoi e una ricca fiera mercato dei prodotti tipici e artigianali; tra mostre fotografiche e di pittura, la Fiera dell’olio e il ristorante allestito dalla Pro Loco (aperto sabato a cena e domenica a pranzo), ci sarà spazio anche per una sorta di evento nell’evento, la Sagra del frittello col broccolo, una delizia locale esaltata dall’olio extravergine di oliva. Adagiato sulle pendici occidentali dei Monti Sabini a soli 37 chilometri da Roma, Montelibretti è un piccolo gioiello all’interno del quale meritano una visita il seicentesco Palazzo Barberini e la chiesa parrocchiale di San Nicola di Bari  oltre alla necropoli di Colle del Forno, con tombe a camera sotterranea scoperte nel 1970 e risalenti al VII secolo a.C.

Di grande fascino è anche il borgo di Gemona del Friuli, che dal 10 al 12 novembre ?celebrerà le specialità lattiero-casearie del territorio con “Gemona, formaggio…e dintorni”. Nello splendido centro storico della cittadina in provincia di Udine le latterie friulane giocheranno il ruolo di protagoniste, ma non mancheranno gustose finestre sulle altre produzioni originali italiane e dei Paesi vicini come Marche, Puglia, Calabria, Sardegna, Carinzia e Slovenia. Da alcuni anni, inoltre, la manifestazione ospita la Mostra regionale del bovino da latte, con numerosi momenti dedicati ai giovani allevatori e degustazioni a tema, mentre nei ristoranti di Gemona sarà possibile assaggiare particolari menù, ovviamente a base di formaggio.

A cura di www.fuoriporta.org