La Kawasaki Z650 sorprende positivamente. È questo il primo pensiero che si fa dopo pochi chilometri in sella alla nuova naked di Akashi. Il telaio pesa 10 kg in meno della ER-6n e la cura dimagrante è completata dal forcellone 2,7 kg più leggero. A disposizione ci sono 68 CV, quanto basta per iniziare. Attenzione a non sottovalutare questa Kawasaki, che piacerà sicuramente anche a chi ha molta esperienza di guida della moto. 

EMOZIONI -  La Z650 non è "insipida". È "morbida", è vero, ma il motore ha bassi regimi corposi e un ottimo allungo. Nel misto diverte perché le Dunlop Sportmax D214F non mollano la presa e perché la ciclistica asseconda i voleri del pilota senza essere pregata. Peccato per lo spazio a bordo, che non è molto, ma questo è davvero uno dei pochi punti deboli della moto.

HA CARATTERE - La frenata è potente, sicura, e quando c'è da guidare sul serio non ci sono veri limiti che vengono a galla. Per essere una 650 ha del carattere, sicuramente più della precedente versione. La concorrenza diretta, Yamaha MT-07 e Suzuki SV650, hanno una nuova gatta da pelare, offerta peraltro ad un prezzo molto onesto: 6.790 Euro.