Parigi è probabilmente il luogo al mondo con la più alta concentrazione di Piaggio MP3 e non stupisce, quindi, che proprio qui si sia svolta la presentazione stampa dei nuovi 350 e 500 model year 2018. Il primo è equipaggiato con un nuovo motore 350 da oltre 30 CV, il secondo di cavalli ne ha 44,2 ed è proposto in due versioni, hpe Business e hpe Sport. Per tutti, il controllo di trazione è di serie. Li abbiamo provati sulle trafficate strade della Capitale francese. Ecco com’è andata...

LA PRIMA PARTE DELLA PROVA SI È CONCENTRATA SULLE DUE VERSIONI 500, le più potenti, denominate hpe Business e hpe Sport. La prima è la declinazione metropolitana e si distingue per particolari di pregio come la protezione del nuovo terminale di scarico, il profilo cromato della griglia sullo scudo anteriore e le finiture in grigio opaco dei cerchi ruota e del tunnel centrale. Di serie c’è anche il TomTom Vio, il primo navigatore TomTom dedicato agli scooter.

LA VERSIONE SPORT si distingue per i particolari dalla finitura nera opaca, come la protezione del terminale di scarico, i cerchi ruota, il profilo della griglia sullo scudo anteriore e le maniglie per il passeggero. Una novità è la coppia di ammortizzatori posteriori a gas Kayaba, ad alte prestazioni, che incrementano trazione, stabilità e comfort. Sono di serie anche i dischi freno anteriori con profilo a margherita e la pedana con inserti in alluminio. Entrambe le versioni di Piaggio MP3 500 sono dotate di “Ride-by-Wire” multimappa e sono spinte da un monocilindrico 4 valvole, raffreddato a liquido, da 44,2 CV all’albero che ha beneficiato di interventi per ottenere maggiori prestazioni, riducendo il consumo di carburante e migliorando il sound dello scarico. In sella si sono fatte apprezzare elasticità, maneggevolezza e tenuta.