UN ALTRO GRANDE PASSO IN AVANTI lo ha fatto l’elettronica. Rispetto a quella della V2, che era sempre chiamata a “metterci una pezza”, quella della V4, attraverso una regolazione step by step, ti permette di trovare la taratura giusta e di armonizzare la resa globale…. per quanto riguarda l’anti-wheeling, ad esempio, anche spalancando il gas, non si avverte mai la fastidiosa sensazione di taglio improvviso dell’erogazione, presente invece sul modello precedente. In poche parole, rispetto alla vecchia Panigale, si fatica molto meno e si va molto più forte, con un allungo da vera moto da corsa, quasi senza avvertire inerzia.

UN MEZZO, IN DEFINITIVA, che nell’ambito delle moto di serie sicuramente svetta… come prezzo ma anche come caratteristiche. Prezzo che, lo ricordiamo, parte dai 22,590 euro della Ducati Panigale V4 base, per passare ai 27.890 necessari per la più raffinata versione “S”; mentre la “Speciale”, in edizione limitata, costa ben 39.900 euro.

FIN QUI, UN PRIMO ASSAGGIO delle sensazioni provate in sella a questa importante novità. L’appuntamento con la Ducati Panigale V4 è per martedì 23 gennaio, con il nuovo numero di Motosprint in edicola, dove troverete un servizio molto ampio, che racconterà la moto e anche le storie delle persone che ci hanno lavorato. Dopodiché, dal 15 febbraio, sul nuovo numero di InMoto, un imperdibile SUPER test, con tutte le caratteristiche dinamiche, i pregi, i difetti e i segreti di questa incredibile supersportiva.