Lunedì mattina ore 9.00, Box 5 e 6 di Aragon, ci sono 1289 cavalli (alla ruota) che scalpitano per entrare in pista. Siamo nel mezzo del nulla, cento chilometri da Saragozza, oltre duecento da Valencia o Barcellona, ma vale la pena arrivarci: la pista è un inno alla guida sportiva, lungo i suoi 5.078 metri, lungo le sue 16 curve si trovano tutte le condizioni per divertirsi e per capire come va veramente una moto. Ci sono curvoni velocissimi oppure da prima marcia, chicane, frenate in piano, in discesa, a moto piegata, un rettilineo da velocità Warp, persino un cavatappi, non è un caso che sia stato eletto a circuito test per la Superbike. 

CONFRONTO - Ed in effetti un raffronto fra quello che fanno i piloti veri con delle ufficiali da gara e quello che riescono a fare delle moto appena tirate fuori dal concessionario è abbastanza interessante. Una MotoGP gira in 1'46”6 con una velocità massima di quasi 340 km/h, le Superbike hanno appena girato in 1'49”3, come le più veloci che, scie a parte, arrivano a 315 km/h, le STK 1000 hanno come riferimento 1'52”2 con velocità massima (con vento a favore) di 305 km/h. E le protagoniste della nostra prova?

289 KM/H - Su una pista non gommata, delle moto con targa e specchi, una quindicina di chilogrammi in più e pneumatici eccellenti ma non da tempo, hanno fatto registrare un best lap di 1'59”5 con una velocità massima di 289 km/h. Ma il bello è che fra la più veloce e la più lenta ci sono meno di 7 km/h di velocità, un niente tutto considerato. Ma chi ha fatto il best lap? Di chi sarà la velocità massima?

QUESTIONE DI PESI - Restando in tema di numeri alla prova della bilancia fra le sette moto ballano 19 chilogrammi. Quale sarà la più leggera e quale la più pesante? Vi diamo un paio di indizi: la più leggera è in configurazione monoposto, la più pesante può essere ordinata con un optional tecnico capace di alleggerirla di 2 kg.     
Volete i nomi? Pochi giorni e li saprete!