I Beautiful Machines non è solo il nome di un gruppo musicale  ma è anche un gruppo di appassionati malesi specializzati nel mondo del custom.

La loro ultima "fatica" è la realizzazione di una special da una Ducati Scrambler. Si chiama 'Dirty Fellow' ed è stata alleggerita per dargli l'aspetto ibrido di una tracker a metà strada con una scrambler, così da amplificare quella che è la filosofia alla base della Ducati. Il telaietto posteriore è un'unità unica e minimalista che permette un re-indirizzamento dello scarico. la sella cucita a mano è molto corta, ma ci sono anche un paio di manigliette per un passeggero che francamente, ci sembra molto precario.

Il serbatoio e del tutto personalizzato, ed è stato "scolpito" per offrire ospitalità alle ginocchia: si tratta di un esemplare unico al mondo.

Una cosa è certa: ne è emersa una Scrambler che non passa inosservata. Mentre altre personalizzazioni si limitano a cambiare il colore della vernice e a mettere su un paio di pneumatici diversi, la Cafè Racer Dirty Fellow ha uno stile tutto suo. E' corta e con la sella artigianale e la vernice gialla del serbatoio è una sorta di opera d'arte. Un altro dettaglio particolare è la griglia frontale in metallo perforato.

E stando a quello che dicono i Beautiful Machines, così trasformata è anche più divertente da guidare che da guardare!