E’ una delle figure “simbolo” del mondo delle preparazioni special a due ruote: Dino Romano, artigiano, toscano tra i più apprezzati del settore, è stato uno dei protagonisti della puntata finale di Lord of the Bikes, il programma in onda su SKY e dedicato al mondo delle special.

ALLEGGERITA - Si chiama “Speranza”, la Moto Guzzi V9 realizzata da Dino e dai suoi collaboratori. E’ stata pensata per un gentleman (era il tema della puntata) consapevole di domare una moto dal Marchio glorioso.
Interventi sono stati fatti sul telaio, con l’obiettivo di ridurre le dimensioni della moto e di farlo sembrare quello della storica 250 SS degli anni Trenta, sul cannotto di sterzo (tagliato), sulle quote totalmente riviste ma anche sul sistema d’aspirazione modificato e reso doppio e sulla carena, privata di numerosi elementi.

PEACE AND LOVE - Il risultato è un assetto da corsa “vecchio stile”, che lascia spazio al serbatoio, vero protagonista di questa creazione: la grafica floreale firmata è firmata dall’artista DOX e rappresenta nel migliore dei modi il messaggio pacifista che, in tempi piuttosto “difficili”, Romano ha cercato di trasmettere anche attraverso la scelta del nome della moto.
A fare da contrasto con l’anima dark della moto, i cerchi verniciati in rosso che esaltano la linea generale di una delle moto più apprezzate della prima serie del programma. Come ha spiegato lo stesso Dino Romano, “…la Speranza è una moto per gentiluomini fedeli ai propri ideali, che non temono il giudizio altrui”.