Per la prima volta, la BMW S 1000 RR diventa unica. Il progetto nasce dalla collaborazione di BMW Motorrad France con Praem, un’azienda recente – nata nel 2014 – e fondata dai fratelli Sylvain e Florent Berneron, che mira a realizzare esemplari unici, fatti a mano secondo una metodologia di lavoro preciso.

BMW Motorrad France spiega com’è nata la versione custom di questa moto: Florent, il preparatore, ha dapprima completamente smantellato le varie parti della carrozzeria. Una volta messa a nudo, insieme a Sylvain a rilevato le dimensioni della moto affinché Sylvain potesse iniziare a lavorare al tavolo da disegno.

Sylvain, progettista, ridisegna le curve di una moto che dovrà essere veloce e performante. Ispirandosi alle moto da corsa degli anni Ottanta insieme all’evoluzione del design degli anni Settanta e all'immagine della BMW 3.0 CSL di Alexander Calder.
Poi arriva il momento di passare dal disegno alla produzione. Taglio e saldatura dei materiali come alluminio, fibra di carbonio e vetroresina sono obbligatori per cambiare il serbatoio, il telaietto posteriore, parafanghi. La batteria viene spostata indietro. Una nuova carenatura viene progettata da zero. Nessun limite, il sogno prende forma.
Sylvain e Rudolph pittori di L-Aero, posano i nastri adesivi con attenzione prima di passare alla verniciatura. I colori sono nuovi e saranno sicuramente in grado di rendere questa moto unica.
Poi, il passaggio dal laboratorio BMW Motorrad per riconfigurare l'elettronica della moto. Dopo la sua personalizzazione, la S 1000 RR potrà quindi beneficiare di impostazioni ottimali prima di approdare sul suo parco giochi preferito: il circuito.
Questo è il momento della verità, il battesimo della pista. La moto può finalmente dare prova delle sue potenzialità impegnandosi sulla pista del circuito. Si distingue per la sua estetica unica e il suono che emette, ricordando ancora una volta il suo autentico DNA da corsa. Il sogno è diventato realtà.