L’operazione è la stessa che ha portato alla nascita, lo scorso anno, della muscolosa Yamaha MT-10 SP. La tre cilindri MT-09 è sbarcata ad EICMA in una edizione speciale, più grintosa, che affianca in listino la MT-09 standard. Un modello che beneficia di pochi ma mirati interventi alla ciclistica per esaltare le doti dinamiche del mezzo, alla ricerca di una precisione di guida ancora maggiore.

PIU' SOSTEGNO - Sono soprattutto le sospensioni ad aver beneficiato degli aggiornamenti, con l’arrivo di un nuovo monoammortizzatore Öhlins completamente regolabile (grazie al comodo comando remoto appena sotto la sella), realizzato su specifiche della Casa dei Tre Diapason. Interessante la possibilità di scegliere tra diversi tipi di molle nel catalogo ufficiale, per ottenere esattamente il tipo di resa che si desidera. All’avantreno, invece, arriva una nuova forcella a steli rovesciati, regolabile in estensione e compressione, per un sostegno ottimale nelle staccate assassine e tutte le volte che la guida si fa più aggressiva.

DISPONIBILE DA GENNAIO - Completano il pacchetto “SP”, la nuova strumentazione LCD e particolari estetici come la livrea “Silver Blu Carbon” ispirata a quella della MT-10 SP, i cerchi blu con grafica SP, il manubrio nero e la sella con cuciture blu. Per il resto, i dati tecnici rimangono invariati rispetto alla standard, a partire dal motore 3 cilindri crossplane di 847 cc, capace di erogare la potenza massima di 115 CV. La nuova Yamaha MT-09 SP sarà in vendita presso la rete di concessionarie del marchio giapponese a partire da gennaio 2018, nella sola colorazione “Silver Blu Carbon”.