La base tecnica rimane quella della fortunata serie di moto che la Casa giapponese ha realizzato attorno al bicilindrico “crossplane” da 689 cc, capace di 74,8 CV di potenza massima e di un picco di coppia pari a 68 Nm a 6.500. La nuova Tracer 700 GT arriva nel solco del percorso già tracciato lo scorso anno dalla sorella maggiore Tracer 900, proposta per il 2018 anche in allestimento “pronto viaggio”. Operazione replicata sulla versione più piccola per offrire maggiore comfort, quando si tratta di macinare chilometri, e più funzionalità.

EQUIPAGGIAMENTO - A bordo della nuova Tracer 700 GT arrivano quindi di serie un parabrezza touring più alto, una seduta ergonomica e borse laterali da 20 litri in tinta con la carrozzeria. Elementi che espandono la fruibilità del mezzo, pronto così ad affrontare, tanto il day by day, quanto piccole grandi avventure motociclistiche, da quelle dietro casa alle più impegnative. Il tutto, senza rinunciare a quel fattore “fun”, che contraddistingue le medie bicilindriche di Casa Yamaha sin dal loro esordio con la MT-07.

La Tracer 700 GT sarà disponibile nelle colorazioni Phantom Blue, Tech Black e Nimbus Grey.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI IN SINTESI

• Parabrezza alto e regolabile che offre una migliore protezione dal vento e dalle intemperie
• Sella elegante e ben imbottita
• Borse laterali da 20 litri in tinta con la carrozzeria
• Serbatoio da 17 litri per una notevole autonomia
• Eccellente rapporto peso-potenza
• Bicilindrico crossplane da 689 cc, ricco di coppia
• Telaio leggero e compatto