Fiera Roma ha già rimesso in moto la macchina organizzativa per la prossima edizione di Roma Motodays, in calendario dal 7 al 10 marzo 2019.

Le Case, presenti in forma ufficiale, saranno come sempre un caposaldo della kermesse dedicata alle due ruote. Confermata anche la Riding Experience che, proprio in collaborazione con i Marchi, consente ogni anno di far provare su strada le novità moto e scooter.

LE CASE - Honda, Kymco e Triumph hanno già dato adesione all’undicesima edizione della kermesse dedicata alle due ruote motorizzate, in programma in Fiera Roma dal 7 al 10 marzo 2019.

Allo stand di Honda occhi puntati sulle nuove colorazioni dell’Africa Twin, un modello leggendario reintrodotto da Honda nel 2016. Grazie alle sue performance adatte al turismo a lungo raggio, alle capacità di affrontare il fuoristrada e al suo look accattivante, ha già totalizzato 36.000 unità vendute. La versione “Adventure Sports” ha affiancato la versione base e sarà disponibile anche nella nuova colorazione “Silver Metallic”.

Tra le novità, il Super Cub C125, ovvero l’ultima versione di un’icona senza tempo: Honda Super Cub è il modello a due ruote più venduto di sempre a livello globale. Introdotto sul mercato per la prima volta nel 1958 come Super Cub C100, ha raggiunto l’incredibile risultato di 100 milioni di unità vendute nel 2017, metà delle quali già nel 2005.

L’inglese Triumph punta i riflettori sulla Street Scrambler: per il 2019 ha 10 cavalli in più e un motore capace di girare più in alto di 500 giri al minuto. Miglioramenti anche sulla ciclistica con la forcella rivisitata e una nuova pinza Brembo, mentre la dotazione elettronica si arricchisce di due mappature motore.

Tra le novità anche la nuova Street Twin, il modello più venduto della famiglia modern classic, che riceve una significativa iniezione di potenza, con 10 cavalli in più.

In casa Kymco, grande novità con il nuovo maxiscooter AK 550: dopo averlo visto in versione concept, è finalmente una realtà: ha motore bicilindrico da 53,5 cavalli, look sportiveggiante, ma senza perdere l’attenzione al comfort. La velocità massima supera i 160 km/h.

L’INNOVAZIONE AL CENTRO – Non solo un contest dedicato agli studenti universitari e condotto in collaborazione con una primaria Casa motociclistica e due università, ma anche e per la prima volta spazio alle start up più innovative nell’area dedicata alla mobilità urbana, in particolare su due ruote. Grazie alla collaborazione infatti con alcune importanti realtà aziendali ed amministrative e con la partecipazione di alcuni tra i più rilevanti speakers internazionali in ambito di innovazione tecnologica, le start up presenteranno a Roma Motodays 2019 le proprie proposte in pitch dedicati e cercheranno di guadagnarsi importanti spazi di collaborazione ed incubazione di impresa presso le aziende.

IL TURISMO - #WelcomeBikers decolla con le adesioni di operatori da ogni parte del mondo. Dopo il Marocco, la Turchia e l’India, anche l’Argentina, con l’ufficio del turismo, l’ambasciata in Italia e un operatore ufficiale, farà parte della seconda edizione della “Borsa internazionale del Turismo su due ruote”, BtoB di Roma Motodays 2019, e proporrà le meraviglie del paese sudamericano, tutte da percorrere in moto, come la mitica Ruta 40: 5.224 chilometri di strada, dei quali meno della metà asfaltati, che attraversa 14 parchi, 230 ponti, 27 passi montani con partenza ideale dalla cittadina di San Carlo de Bariloche.

#WelcomeBikers ospiterà tante altre destinazioni, operatori italiani e esteri, oltre a workshop pratici dedicati a tutti i viaggiatori, dalla preparazione del viaggio alle riparazioni on the road e tanti altri approfondimenti da non perdere, per l’evento più importante a livello nazionale dedicato al turismo in moto.

L’AREA DEDICATA ALLE CORSE – Un’area interamente dedicata al mondo delle corse a 360 gradi, con la presenza di team, piloti, promoter e meccanici. Il posto ideale in cui il visitatore può incontrare ed avvicinare questo mondo, anche attraverso momenti di intrattenimento con e contatto con piloti attuali e del passato, sviluppato grazie alla collaborazione con Aktarus Zone.