La celebre asta Bonhams torna a Padova e punta molto, quest'anno, sulle auto classiche italiane.  I lotti all’asta presentano infatti alcuni modelli unici nel loro genere, roadster degli anni Cinquanta appartenuti alle celebrità, e macchine da corsa ultraleggere.

Madrina d’eccezione, la Jaguar XK140 del 1956 appartenuta all’attrice Anita Ekberg,  protagonista, insieme a Marcello Mastroianni, della “Dolce Vita” di Federico Fellini. L’auto,  acquistata nuova dall’attrice, è stata una delle sue Jaguar preferite e arriva a Padova dopo un minuzioso restauro, rifinita con gli interni blu e la carrozzeria argentata e in perfette condizioni meccaniche.

TRA I LOTTI PIU' PRESTIGIOSI che saranno esposti fin dall’apertura di Auto e Moto d’Epoca nel padiglione 2 – troviamo una Horch 830 BL Convertible del 1939, che divenne un modello paradigmatico nel periodo tra le due Guerre Mondiali per l’efficienza meccanica e la praticità di guida; una Abarth 750 Record Monza del 1959, un esemplare progettato esplicitamente per le competizioni e costruita in alluminio per ridurre il peso e garantire una velocità che sfiorava i 190 km/h. E ancora: l’Alfa Romeo 155 GTA Stradale del 1993, un modello unico che fu auto medica durante il Gran Premio di Monza del 1994 vinto da Damon Hill, la Mercedes-Benz 300 SL Convertible del  1987 appartenuta unicamente a Karin Dor, l'unica attrice tedesca a recitare come Bond Girl al fianco di Sean Connery in “Agente 007. Si vive solo due volte”.

Da segnalare che il ricavato della vendita di questo lotto verrà devoluto a Interplast-Germany eV, un'organizzazione benefica che fornisce assistenza a chi è ferito da guerre, incidenti e  malattie in paesi in via di sviluppo come Afghanistan, Iraq e Myanmar.

LUSSO BRITANNICO A PADOVA - La continuità della tradizione Bentley a Padova: la Bentley 3 Litre 1925, Stemma Rosso del 1925 apre il viaggio nella tradizione della Casa inglese. Un’autovettura da competizione che segnò il record mondiale del 1921 con 160 km/h. Era più pesante delle coeve Bugatti, ma innovazione tecnologica e robustezza la rendevano quanto mai competitiva. Il motore, infatti, era a quattro cilindri in linea ed aveva una cilindrata di 2996 cm3; un propulsore di grande cilindrata per l’epoca che si affiancava ad altre novità tecnologiche quali le 4 valvole per cilindro guidate da un albero a camme in testa, le camere di combustione emisferiche, e due carburatori Smith. Questo modello segna il primo passo di un arco ideale che vede nella New Continental GT il suo punto d’arrivo.

IL RITORNO DI FCA HERITAGE - La Fiat S61 Grand Prix del 1908 FCA Heritage torna ad Auto e Moto d’Epoca con la formula con cui ha debuttato nella scorsa edizione: un unico stand che ospita vetture di tutti i marchi italiani del Gruppo. Tra queste, il SUV più veloce al mondo: Stelvio Quadrifoglio. L’esemplare presentato a Padova appartiene alla Nürburgring Edition “N-RING”, la serie a tiratura limitata, 108 Stelvio e Giulia Quadrifoglio dedicati ai 108 anni di storia Alfa Romeo e alla lunga tradizione di successi e record del Marchio sul circuito di Nürburgring. Accanto alla N-Ring saranno esposte prestigiose auto d’epoca Alfa Romeo, per presentare in anteprima i nuovi servizi di FCA Heritage dedicati alla Casa del Biscione.

MASERATI LEVANTE MODEL YEAR 2019 - Sbarca a Padova anche la Maserati dei SUV, il nuovo Levante Model Year 19 in configurazione GranSport. Al suo fianco, una vera icona nella storia dell’automobilismo sportivo: la Maserati Eldorado, la prima monoposto sponsorizzata in Europa che il 29 giugno 1958 scendeva in pista a Monza con Stirling Moss al volante.