Oggi è Motor Bike Expo, e da dieci anni l’evento è “Made in Verona”. Ma le sue radici affondano saldamente in quello che era il Chopper & Custom Show che ha avuto i natali a Padova nel lontano 1995. Negli anni le radici si sono ramificate includendo varie tipologie di moto e coinvolgendo importanti case motociclistiche, cosi da rendere la fiera ancor più varieggiata, ma le solide basi di questo evento non sono mai cambiate.

QUI SI PUÒ AMMIRARE L’ESSENZA DEL CUSTOM elevata allo stato dell’arte. L’organizzazione è perfetta, come pure l’esposizione, e il pubblico è coinvolto appieno in quest’orgia di colori e fantasia. Per il guru americano del settore, Arlen Ness, è un appuntamento imperdibile, e come lui la pensano i più blasonati customizzatori a livello planetario che negli anni si sono susseguiti in quella che è ormai considerata una delle più belle fiere in assoluto.

IN QUESTI QUATTRO GIORNI – quest’anno si è iniziato il venerdì, per celebrare il 10° anno a Verona - vari contest si sono susseguiti, e vari vincitori sono stati designati, ma di moto che avrebbero meritato un premio ce n’erano moltissime, con lavorazioni e pitture a dir poco esaltanti. Non ci soffermeremo sulle classifiche, per ora gustatevi qualche immagine che parla da sé in quanto a livelli raggiunti... per il resto, non perdete il prossimo numero di In Moto.