La Mondial Moto 1000 V5R Superbike avrà tutte le carte in regola per vedersela in pista con la Ducati V4 Panigale, per un confronto tutto italiano. Non solo: l’azienda modenese sta progettando anche una versione più stradale, la S.

Sono due supersportive di alta gamma, quindi, l’ambizioso progetto di Mondial Moto, l’azienda nata nel 2007 su iniziativa di Antonio Mattarollo, già ingegnere in Ferrari e Mercedes, e che non va confusa con la storica Mondial fondata nel 1929 dai fratelli Boselli.

IL MOTORE - Il progetto si basa su un nuovo motore cinque cilindri a “V”, soluzione inedita su una moto da strada; tre pistoni anteriori e due posteriori, con angolo di 75,5 gradi, ognuno con quattro valvole in titanio (come pure le bielle). La cilindrata è di 1000 cc con rapporto di compressione 13,5:1, limitatore è a 13.250 giri/min. Corpi farfallati da 50 mm, due iniettori per cilindro, aspirazione ad altezza variabile. La potenza sarà di 200 cavalli per un peso di 179 kg.