Non tutti possono essere piloti, ma qualcuno può diventare un ambassador. L’occasione arriva da Suzuki con il casting #suzukichallenge2019, social contest con il quale la casa di Hamamatsu è alla ricerca di sette nuovi ambassador.

Campagna social

Sono proprio le piattaforme social le piste su cui gli aspiranti si danno battaglia a colpi di post. Ma andiamo con ordine. Siamo a metà del percorso: il casting è partito già da un po’ e la data di scadenza per presentare la propria candidatura è il 30 agosto. Fino a oggi sono più di 500 le persone che si sono proposte pubblicando un post o un video dedicato alla prova di una moto Suzuki.

Exan presenta quattro scarichi per Suzuki GSX S 750

I requisiti sono minimi: maggiore età e profilo pubblico su Facebook, Instragram o Youtube. Il test presente nel video da postare non ha limiti perché il modello (qualsiasi) può anche non essere di proprietà e non è esclusa la presenza di un altro passeggero. Al video, chiaramente, si aggiunge una breve descrizione/recensione. Qui il candidato è chiamato a raccontare la moto, sia note positive che negative, e aggiungere l’hashtag #suzukichallenge2019. Per chi deciderà di caricare un video su YouTube, invece, il titolo deve contenere ancora l’hashtag #suzukichallenge2019.

Attendere il risultato

Manca ormai un mese al responso e a scegliere i sette nuovi ambassador Suzuki sarà una giuria di esperti incaricati dalla Casa di Hamamatsu. I criteri di valutazione vanno dalla completezza della recensione, dal linguaggio utilizzato e dalla capacità della prova di alimentare la passione del pubblico fino al seguito di follower dell’autore.

A supporto del casting è arrivato anche il Team ECSTAR, invitando gli interessati a partecipare tramite post sui suoi profili social. E chi sarà scelto entrerà a pieno nel mondo Suzuki, prendendo parte a eventi come il Moto GP la V-Strom Academy e molti altri.