Un appello dalla pagina Facebook “Sostieni la Curva” e niente più: questo è bastato al mezzo migliaio – questa la cifra stimata – di tifosi atalantini per armarsi di moto e realizzare una trasferta di 40 km nella giornata di domenica 21 luglio. Punto di ritrovo, orario e richiesta di passaparola sono stati gli unici elementi annotati nel post di richiamo pubblicato dalla pagina, che gestisce e diffonde le comunicazioni riguardanti il tifo atalantino e in special modo la Curva Nord di Bergamo.

DI TUTTI I TIPI – Senza distinzione di cilindrata, di cavalli e di velocità massima: alla trasferta motoristica hanno preso parte mezzi di qualsiasi tipo. Dai cinquantini alle moto da enduro, dai “tuboni” alle motociclette, dagli scooter alla Vespa. I cinquecento ultras atalantini sono arrivati fino a Clusone, dove la squadra sta preparando la nuova stagione, per far sentire ai loro beniamini l’affetto della Curva. Il video, pubblicato poi sulla pagina, è già diventato virale ma è servito anche da bollettino per gli aggiornamenti sui partecipanti.

DISPERSO – D’altronde, un raduno nato spontaneamente poteva andare incontro a qualche imprevisto. Uno dei motociclisti, eletto capocomitiva, si è perso dopo pochi chilometri dalla partenza e non è mai arrivato a destinazione. Dato per disperso, ha provveduto appena possibile a far sapere ai suoi compagni di fede calcistica che stava bene, ma non sono mancati gli sfottò sulla sua scarsa capacità di orientamento.