Qooder e Carabinieri rinnovano la collaborazione e lo fanno proprio in occasione di una ricorrenza speciale, i 205 anni dalla fondazione dell'Arma. A sancire l'accordo è stata la consegna di due Qooder al Comando Generale “Pastrengo” di Milano: cerimonia speciale il 4 giugno e veicoli speciali. Dopo la partnership green con Vespa, le forze dell'ordine scelgono ancora Quadro Vehicles Qooder dopo l'esperienza dello scorso anno (qui il nostro articolo).

VEICOLI AD HOC - I due Qooder sono caratterizzati dalla tradizionale livrea dei Carabinieri e, grazie al sistema brevettato HTS Hydraulic Tilting System, hanno la capacità di inclinarsi come le moto mantenendo comunque aderenza all'asfalto per mezzo delle 4 ruote da 14 pollici. Il motivo della consegna ha un obiettivo ben preciso: aumentare la sicurezza e pattugliare con più facilità le strade di Milano, della provincia e delle zone a Nord Ovest (non solo Lombardia ma anche Liguria, Piemonte e Val d'Aosta). Alle già menzionate caratteristiche dei Qooder, che consentono di guidare anche sui percorsi più dissestati, si aggiungono dotazioni come i dispositivi di emergenza luminosi a LED e sonori, parabrezza regolabile, bauletto posteriore, paramani e bull bar.

LE DICHIARAZIONI - Alla cerimonia di consegna erano presenti il Generale di Corpo d’Armata Gaetano Maruccia, Comandante del Comando Interregionale Carabinieri “Pastrengo” e Paolo Gagliardo, Ceo di Quadro Vehicles, che ha dichiararto: “È un onore rinnovare la partnership con l’Arma dei Carabinieri in occasione dei 205 anni dalla fondazione. Qooder rappresenta un nuovo concetto di mobilità, diretto a migliorare la sicurezza e la stabilità su strada, una ‘mission’ che ben si sposa con il servizio svolto quotidianamente dagli uomini e le donne in divisa per la tutela e la sicurezza del nostro Paese”.