Una caduta dalla moto con conseguenze bizzarre per un 35enne inglese di Southampton. Il fatto è avvenuto nel 2018 ma solo adesso è balzato alle cronache dei tabloid d’oltremanica a causa dell’insolito imprevisto capitato allo sfortunato biker. L’uomo, infatti,  pur non riportando ferite gravi dopo l’incidente, avrebbe accusato un’erezione del pene durata ben nove giorni.

RECATOSI AL PRONTO SOCCORSO per cercare di alleviare l’imbarazzante disturbo, all’uomo è stato diagnosticato un priapismo ad alto flusso, dovuto a un afflusso costante di sangue verso il pene. Un caso raro che, nella fattispecie del motociclista, si è scatenato per un ematoma superficiale nella zona dello scroto tale da creare due fistole e un conseguente accumulo di sangue che non smetteva di fluire nei vasi sanguigni del pene provocandogli un’erezione costante ma non dolorosa con un lieve disagio nel camminare.

POICHÉ IL DISTURBO NON GUARIVA spontaneamente, i medici hanno optato per un intervento chirurgico con caterizzazione e embolizzazione della zona perineale lesionata. L’operazione è riuscita e il paziente, sottoposto a successivi controlli, ha riacquistato la normale funzionalità erettile.
Il caso del motociclista inglese è stato oggetto anche di un articolo scientifico pubblicato su Case Reports in Urology, a conferma che non si trattava di una storia creata ad hoc dalle pagine satirico-umoristiche che popolano i social.