La Casa dei Tre Diapason aveva lanciato una sfida ai bike builder romani: elaborare un progetto per creare una special su base XSR700 e far rivivere gli anni Ottanta (leggi qui)

Yamaha ha puntato i riflettori su Roma, perché da tempo c’è un movimento della customizzazione in fermento e ha voluto dare voce ai professionisti che ne fanno parte.

LA SFIDA - Poche le regole per dare spazio alla creatività e allo stile di ogni officina: il risultato finale doveva essere di forte ispirazione off road, imprescindibili le ruote tassellate e il manubrio in stile “fuoristrada”, i cerchi da 17” e il design della moto differente da quello dell’iconica XT500.

“I modelli Yamaha Faster Sons sono un'alchimia perfetta tra design senza tempo, look rétro e tecnologia di frontiera. Nell’ambito delle sport heritage c’è spazio per l’espressione artistica individuale, ed ogni interpretazione riflette un lato delle tendenze del momento: è davvero interessante per noi, non solo ingaggiare e giocare con le realtà romane, ma anche capire i movimenti in atto in termini di gusti nell’underground capitolino”, ha spiegato Andrea Colombi, Country Manager Yamaha Italia.

IL VINCITORE – In occasione della serata evento XT Tribute Garage 221 è stato nominato il miglior Customizer della Capitale con la crew composta da Pier Francesco, Alessandro e Massimiliano Marchio e il giovanissimo designer Stanis Zamuner.

I lavori di Alberto InMoto, Brus Industry, Btr Prototipi, Cafè Twin, Dragoni, Dusty Wheels Racers, Garage 221, Moto Brazil e Ottodrom, si sono rivelati eterogenei quanto caratterizzati per stile, filosofia e capacità di interpretazione. Il livello generale delle idee pervenute è stato di qualità e alto livello. 

E’ stata necessaria una lunga consultazione della giuria prima di decretare il vincitore e affidare una XSR700 per la realizzazione del progetto.

LA GIURIA HA DECISO COSI’ – La giuria composta da Sacco, Marketing Manager PTW Yamaha, Dj Ringo, Marco Belli, fondatore della Di Traverso School,  Cristiano Tasca, design team leader e Jun Tamura, senior designer di YMRE Design Division ha tenuto conto di questi canoni di valutazione: attinenza al tema proposto, quindi una valutazione di quanto l'idea fosse celebrativa dell’iconica XT e del marchio Yamaha; analisi e studio della storia e degli elementi peculiari dell’XT500; studio del modello di partenza per la trasformazione (XSR700);  originalità e impatto emotivo dell'idea; fattibilità e concretezza del progetto; impegno e capacità del customizer di “trasmettere design” con il progetto.

 “Garage 221 è stato premiato per avere soddisfatto più degli altri il maggior numero di questi canoni. In particolare abbiamo tutti apprezzato l'evidente volontà di "onorare" il mito e la storia XT, lo studio degli elementi distintivi e quanto fosse possibile applicarli sulla XSR”, ha spiegato la giuria.

La special customizzata, una volta terminata, sarà una show bike pronta a partecipare alle più importanti fiere di settore sotto l’insegna di Yamaha.