A più di 280 km/h su una lastra di ghiaccio. È il folle, ennesimo, tentativo di battere un nuovo record di Zef Eisenberg, fondatore del marchio di alimenti sportivi Maximuscle e soprattutto motociclista amante della velocità e dei record.

CON L'OBIETTIVO DI REALIZZARE il nuovo primato di miglia orarie su ghiaccio - fermo a 187,5 - Eisenberg si è presentato in Svezia, all’Arsunda Speed Weekend, in sella a una Suzuki Hayabusa del team MadMax opportunamente modificata per l’occasione e dotata di pneumatici chiodati.  Per migliorare il record e avvicinarsi alle 200 miglia, Eisenberg aveva a disposizione quattro tentativi. Tre sono falliti in quanto le gomme non hanno retto e sono esplose, provocando inoltre dei danni al radiatore. Illeso Eisenberg ben protetto dal suo robusto equipaggiamento. Nell'ultimo tentativo a disposizione, Eisenberg non è riuscito a siglare il record, ma ha comunque raggiunto di 176 miglia orarie, ovvero ben 283 km/h, una velocità folle in condizioni di guida estreme. 

EISENBERG NON E' NUOVO A SFIDE DEL GENERE. Il temerario rider britannico ha già conseguito alcuni record: il primato mondiale per la moto più veloce a turbina (376 km/h con una due ruote alimentata da un motore Rolls Royce c20W (presente in mezzi come l’elicottero italiano Agusta109), il record di velocità in moto su sabbia (324,28 km/h a Pendine Sands, in Galles) e quello inglese per la naked più veloce.