David Mucci è un appassionato che ha studiato Design Industriale e dei Trasporti a Detroit e poi si è dedicato ad operare ‘sul campo’: oltre dieci anni nel settore del design industriale, sei anni di fabbricazione di metallo certificato, e una vita di lavoro nel campo della meccanica.

SEMPRE OLTRE IL LIMITE - “Qualche anno fa ho capito che la strada che stavo seguendo non mi avrebbe mai dato le soddisfazioni che cercavo”, racconta David Mucci. “Ho chiuso quel capitolo della mia carriera e mi sono dedicato solo al design delle moto. Preferisco trattare le moto come un mezzo artistico e un mezzo per esprimere se stessi. Trovo gran soddisfazione nel trasformare drasticamente il carattere di una moto. Con ogni progetto spingo avanti il limite delle mie capacità. Per questo alle volte impiego più del previsto… ma voglio che la riuscita sia unica”, spiega ancora David Mucci, che ha la sua sede a Portland, nell’Oregon.

E la sua ultima creazione, la Street Tracker Moto-Mucci, non è passata inosservata all’One Motorcycle Show di quest'anno a Portland.

David Mucci ha esposto una KTM 300 XC-W Six Days trasformata appunto in una Street Tracker.

A notarla sono stati i colleghi di Asphalt&Rubber,com, che hanno scattato una serie di fotografie mentre era in esposizione, e che riportiamo nella nostra gallery.

COM’E’ FATTA - La carrozzeria è in alluminio ed è particolarmente originali ai fianchi, dove il design è stato studiato per facilitare il passaggio dell'aria verso i radiatori. Il faro è anche degno di nota, dove l'alloggiamento è realizzato in plastica utilizzando una tecnica di produzione additiva.

Il sottotelaio posteriore ospita un fanale posteriore personalizzato, che è stato lavorato da un blocco di policarbonato trasparente e utilizza LED.

Quel che è certo è che Moto-Mucci cattura l’attenzione per il suo design pulito, minimalista. Fin troppo: sul manubrio infatti manca qualcosa, come si può vedere dalle foto acceleratore, frizione e freni che devono ancora essere installati... ma rende l’idea!