La battaglia legale durava già da un po', ma adesso è arrivata la conferma. La Corte d'Appello di Monaco ha stabilito che i Gilet airbag Tech-Air Street (per l'uso stradale) e Racing (sia stradale che pista), prodotti da Alpinestars, violano il brevetto Airbag Dainese. E pertanto è stato imposto lo stop alla commercializzazione in Germanaia.

COSA SUCCEDE ADESSO - Alpinestars dovrà dunque interrompere la vendita del prodotto in Germania, ritirare dal mercato tutti i Gilet Tech-Air commercializzati dal primo luglio 2015 e risarcire Dainese dei danni. Questo il comunicato Dainese sulla questione:  «Questa sentenza viene emessa dopo che la Corte Federale Brevettuale tedesca aveva precedentemente confermato la validità di tale brevetto Dainese in un separato giudizio di validità; decisione che Alpinestars ha impugnato. La sentenza della Corte d’Appello sulla contraffazione dei Gilet Tech-Air Street e Racing è impugnabile solo di fronte alla Corte Suprema Federale».

LA REPLICA - Pronta è arrivata anche la replica alla sentenza da parte di Alpinestars, che vuole chiarire alcuni aspetti: «Questa azione non ha mai coinvolto il nucleo della tecnologia Tech-Air di Alpinestars; in nessun momento, passato o presente, nessuna azione o violazione di brevetto ha coinvolto la gestione elettronica, l'algoritmo o il meccanismo di distribuzione. Inoltre questo giudizio è limitato al solo territorio della Germania. Non ha alcuna influenza su altri territori all'interno dell'Europa o sul più ampio mercato mondiale dove Tech-Air è disponibile attraverso la nostra rete di rivenditori». Secondo Alpinestars le contestazioni riguardano solo alcuni aspetti specifici del dispositivo, in particolare l'installazione di una camera d'aria in una tasca. Prosegue la nota: «Alpinestars si riserva di studiare le motivazioni della sentenza (che riguarda il brevetto EP 2 412 257 B1, ndr) prima di prendere ogni decisione e muovere i propri passi». Infine: «si ricorda che esiste un ricorso ancora pendente presso la corte federale di giustizia tedesca a proposito di questo brevetto».