"Con una platea di fan che cresce rapidamente, tra gli amanti delle due ruote cinesi, siamo lieti di portare il nostro marchio ancora più vicino a chi condivide una passione per lo stile, l'eleganza e la performance”,  annuncia l'amministratore delegato di Ducati, Claudio Domenicali in una dichiarazione diffusa dall’agenzia ANSA.

Il progetto è quello di un Ducati Center in Cina, con apertura prevista tra la fine del 2021 e l'inizio del 2022. Un'esperienza parallela, di carattere più ludico, è già partita a Mirabilandia, dove la prima pietra di un’area tematica dedicata è stata posata nel luglio scorso e l'apertura ufficiale dovrebbe avvenire in primavera (leggi qui).

IL PARCO IN CINA - L’accordo di Ducati per un parco tematico in Cina è stato annunciato dal gruppo di Hong Kong Lai Fung, che sta sviluppando una grande area di turismo e divertimento a Hengqin, vicino a Macao, nel Sud del paese.

Il centro dovrebbe coprire un'area di almeno 4.500 mq, spiega la società Lai Fung, e offrire esperienze di guida e gara, esibizioni esclusive targate Ducati e negozi ufficiali a marchio.

Ducati conta infatti di espandere la conoscenza del proprio marchio sul mercato cinese, che vale già oggi circa il 6% delle 55mila moto prodotte ogni anno dall'azienda bolognese.