La rivoluzione della stampa in 3D sta entrando prepotentemente nei processi produttivi. Anche il settore dei componenti automobilistici ne è interessato. Un esempio calzante è il progetto che sta portando avanti Bugatti, ovvero la creazione di freni al titanio sfruttando proprio questa tecnologia.

TITANIO - Come potete notare dalla gallery, Bugatti sta realizzando una pinza freno, al momento è il più grande oggetto al titanio creato utilizzando la stampa in 3D. Bugatti utilizza una stampante che produce quattro laser da 400 watt, in grado di costruire un calibro da 2.213 strati di polvere di lega di titanio in un processo di 45 ore. Una fresatrice a cinque assi completa la pinza dopo altre 11 ore.

RESISTENZA - La pinza a otto pistoncini è in grado di sopportare una quantità incredibile di calore (uno dei vantaggi dell'uso del titanio). Al momento questa tecnologia a causa dei costi avrebbe senso solo su modelli di auto a produzione limitata, ma in un futuro non troppo lontano sarebbe interessante cominciare a vederne una applicazione magari su moto sportive che sviluppano una certa potenza e di conseguenza molto calore in frenata. Come una Ducati Panigale V4 R per esempio. Dipende da Volkswagen, gruppo di cui Bugatti fa parte.