A 120 anni dalla nascita, Peugeot ha scelto di tornare in grande stile sul mercato delle due ruote. Lo ha fatto in occasione del salone dell'auto di Parigi, il Motor Show, in scena fino al 14 ottobre. «Siamo il marchio di motociclette più antico al mondo» ama spesso ricordare Costantino Sambuy, direttore generale di Peugeot Motorcycles. Abbandonate negli anni '50, le moto Peugeot ripartono dalla PX2, proposta in due cilindrate medio piccole, di cui una dal sapore rétro. Confermate inoltre le ambizioni della casa francese nel settore degli scooter elettrici, ma di questo parleremo in un altro approfondimento.

TORNANDO AL CONCEPT, la P2X è sviluppata in due motorizzazioni, 125 cc e 300 cc, quest'ultima con un un piacevole accento rétro. La versione 125 si ispira allo stile della gloriosa Peugeot 515 da guerra degli Anni 30 con tanto di logo “Legend”, mentre per la 300, d'ispirazione café racer, sono stati scelti i colori sportivi della casa francese.

PER ENTRAMBE LE VERSIONI è molto interessante la dotazione tecnica: ABS anteriore e posteriore e cruscotto TFT a colori da 5" completo di i-Connect Bluetooth per l'abbinamento con smartphone e GPS. Soddisfazione espressa anche da Damien Basset, responsabile del design di Peugeot Motorcycles: «Partecipare al ritorno di Peugeot nel mondo delle moto mi sta dando ancora più emozione che ho cercato di trasmettere alla progettazione. La Px2 è una City bike, abbiamo prestato molta attenzione alle proporzioni, studiate in ogni millimetro di ciascuna delle superfici».

Non ci resta che aspettare i tempi di produzione e di lancio sul mercato europeo.