La scena internazionale plaude alla Suzuki SV650X: un prestigioso riconoscimento è arrivato  dall’Inghilterra, dove una prestigiosa testata di settore l’ha premiata come Best Middleweight nell’ambito dei suoi Best Bike Awards 2018.

Il riconoscimento è molto ambito Oltremanica ed è considerato come una certificazione di qualità assoluta dai motociclistici britannici di tutte le fasce d’età.

LA GIURIA – Il comitato di Auto Trader Bikes è composto da tre personaggi noti in Gran Bretagna: Andrew Shim, attore televisivo e grande appassionato di moto, Robert Morphet, fondatore della sezione moto di Auto Trader nel 1996, e Phil West, uno tra i giornalisti del settore più autorevoli e stimati del Regno Unito.

I tre hanno eletto la bicilindrica di Hamamatsu per le doti di affidabilità della SV650 che fa da base alla SV650X, con il suo equilibrio tra potenza e agilità, e per il fascino della nuova veste da cafè racer. Il tutto abbinato a un prezzo vantaggioso, che in Italia è di soli 6.990 Euro fc.

PIENI VOTI - La Suzuki SV650X si è imposta nella categoria delle medie avendo ragione di una concorrenza agguerrita. Alle sue spalle ha chiuso infatti una tra le novità dell’anno: la KTM 790 Duke, mentre il terzo gradino del podio della classe Middleweight è occupato dalla classica Ducati Monster 821.

Nel suo test, il giornale inglese assegna alla SV650X il massimo dei voti in quattro voci chiave della pagella: design, posizione di guida, affidabilità e costi di gestione. Ottimi inoltre i giudizi per le voci guida e maneggevolezza, prestazioni e frenata, garanzia, assistenza e praticità. E’ così che la Suzuki SV650X ha ottenuto una vittoria netta anche su rivali blasonate.