Ad inizio anno era stato un problema al flottante della pompa freno radiale anteriore, in uso su diversi modelli moto di differenti brand, a far tremare i capannoni dell’azienda bergamasca.  Ora, invece, altri guai arrivano da una partita difettosa di pastiglie freno posteriore, come si può leggere dall’avviso pubblicato sul sito della NHTSA, la serissima agenzia governativa statunitense facente capo al Dipartimento dei Trasporti.

UN RICAMBIO DESTINATO per lo più a moto sportive o ad alte prestazioni, per il quale si è riscontrato un problema riguardante il materiale di attrito, che potrebbe staccarsi dalla piastra di supporto delle pastiglie durante la frenata, aumentando così in maniera imprevedibile lo spazio d’arresto. Ad essere interessata (per fortuna) un’unica partita di pastiglie freno posteriore, individuata alla sigla "672" sulla piastra di supporto (come da foto in apertura).

TRA I MARCHI a quanto sembra sicuramente colpiti dall'inconveniete (poiché il ricambio è utilizzato ex-fabrica) c'è Ducati, che ha individuato circa 70 moto interessate, tra Panigale V4, Hypermotard 939, 1299 Panigale R FE e 959 Panigale, tutte my 2018. La Casa bolognese sta provvedendo a notificare un richiamo di controllo e sostituzione (gratuita) a tutti i proprietari dei mezzi in questione.