Si è conclusa domenica 17 giugno a Belfast l’edizione 2018 dei Vespa World Days, La capitale dell’Irlanda del Nord ha accolto più di 3.000 esemplari di Vespa ufficialmente iscritte all’evento - oltre alle migliaia spontaneamente giunte da tutto il Regno Unito e dalla Repubblica d’Irlanda - in rappresentanza di 37 nazioni: dagli Stati Uniti all’Indonesia, dall’Australia al Messico, dal Canada alla Cina, passando per tutta l’Europa e l’area mediterranea fino a Israele. Una testimonianza forte della universalità del mito di Vespa.

Il serpentone di Vespa si è snodato sulla Causeway Coast, fra prati verdi e il Mare del Nord, accolto dagli applausi e dai saluti della popolazione locale per poi fare base a Belfast, una meta di tendenza, eletta da Lonely Planet al primo posto nella Top 10 delle località da visitare.

LA PIU’ PREZIOSA – La palma del veicolo più antico e prezioso è andata ad una Vespa Douglas del 1951, ottimamente conservata, in perfetta efficienza e con ancora la gomma di scorta originale dell’epoca.

VESPA TROPHY - Come da tradizione, l’ultimo atto dei Vespa World Days è stata la proclamazione dei vincitori del Vespa Trophy, l’ambito trofeo turistico che, realizzato in partnership con Michelin, mette in gara gli iscritti ai Vespa Club, chiamati a testimoniare con foto e timbri speciali sul proprio Travel Book tutte le tappe nel loro viaggio verso Belfast.

La vittoria è andata all’Italia grazie al Vespa Club Verona che ha preceduto il Vespa Club Morciano di Romagna e il team belga del Vespa Club di Oostende. Riconoscimenti speciali sono stati assegnati ai presidenti dei Vespa Club di Cipro e di Oostende, mentre il premio per il Vespista Solitario è andato per la prima volta a una donna, iscritta al Vespa Club Praga che da sola ha viaggiato per oltre 6.000 km per raggiungere Belfast.

I Vespa World Days si confermano come la celebrazione del mito intramontabile di Vespa: uno scooter che ha ormai travalicato la sua funzione di veicolo facile ed elegante per il commuting quotidiano per divenire una icona globale, amato da intere generazioni.

Vespa e l’amore dei suoi fans nacquero praticamente insieme, tanto da spingere molti possessori, già nel 1946, anno di nascita dello scooter più famoso al mondo, ad associarsi: si costituirono così i primi Vespa Club. Oggi si contano ben 53 Vespa Club Nazionali associati al Vespa World Club, oltre a centinaia di Vespa Club locali ufficialmente censiti, per oltre 120.000 soci in tutto il mondo.

Ora l’appuntamento è per l’edizione 2019 che si terrà in Ungheria.